Operazioni rilevanti ai fini IVA di importo non inferiore a Euro 3.000,00

Oggetto della comunicazione sono tutte le cessioni di beni e le prestazioni di servizi rese e ricevute di importo non inferiore a Euro 3.000,00, al netto dell’IVA, per le operazioni per le quali viene emessa fattura e ad Euro 3.600,00, comprensivo di IVA, per le operazioni non soggette all’obbligo di fatturazione.
Per i contratti di appalto, di fornitura, di somministrazione e tutti gli altri dai quali derivano corrispettivi periodici, la comunicazione deve essere effettuata se il loro importo supera Euro 3.000,00, ovvero Euro 3.600,00, nell’anno solare; se i contratti sono tra loro collegati, invece, per il calcolo del sopra citato limite deve essere considerato l’ammontare complessivo dei corrispettivi previsti per tutti i contratti.
Soggetti obbligati alla comunicazione sono tutti i soggetti passivi ai fini IVA, che abbiano ovviamente effettuato operazioni di importo non inferiore ad Euro 3.000,00 ovvero ad Euro 3.600,00, come sopra specificato.
Operazioni escluse, in quanto già oggetto di comunicazione all’Amministrazione finanziaria:

  • importazioni
  • esportazioni
  • cessioni di beni e prestazioni di servizi oggetto di Comunicazione con i Paesi Black List
  • operazioni che sono state oggetto di comunicazione all’Anagrafe tributaria ai sensi dell’art.7 DPR 605/73

Il termine previsto per l’invio dei dati è il 30 aprile dell’anno successivo a quello di riferimento.
È previsto l’invio di una comunicazione in sostituzione di un’altra già inviata, purché essa si riferisca allo stesso periodo d’imposta ed avvenga entro 30 gg. dalla scadenza del termine previsto per la presentazione (30 maggio), previo annullamento della precedente comunicazione inviata.
La trasmissione è esclusivamente telematica, tramite il servizio Fisconline o Entratel, per mezzo degli intermediari abilitati alla trasmissione telematica delle dichiarazioni.
La trasmissione di considera effettuata nel momento in cui viene completata la ricezione del file da parte dell’Agenzia delle Entrate ed il successivo rilascio della ricevuta.
Deroghe
In fase di prima applicazione, sono escluse le operazioni rilevanti ai fini IVA per le quali non ricorre obbligo di fatturazione effettuate fino al 30 aprile 2011.
Per l’anno d’imposta 2010 il termine di presentazione viene prorogato al 31 ottobre 2011; sempre per l’anno d’imposta 2010, viene elevato ad euro 25.000,00 il limite massimo relativo all’operazione oggetto della comunicazione.


Autrice: Rita Martin – Centro Studi CGN