Il Modello 730: un’opportunità per il Professionista?

730
Stampa Articolo

La campagna fiscale si approssima. Terminate le festività di fine anno e le operazioni di rientro sarà quasi tempo di prendere in mano i CUD e il nuovo modello ministeriale per la dichiarazione dei redditi dei dipendenti: il Modello 730/2012. Ci hai già pensato?

Molti professionisti di area fiscale considerano i dichiarativi, e in particolare il Modello 730, un’inutile perdita di tempo e lo demandano ai colleghi o ai CAF sindacali.
Altri da tempo hanno deciso di investirci, tempo, formazione, energie.
Perché?


Innanzitutto, è chiaro, il Modello 730 genera un flusso di ricavi pronta cassa, poiché è normale far pagare immediatamente i clienti privati che si presentano una tantum; in tempi di crisi, con le aziende che ritardano spesso i pagamenti, è un fatto da non trascurare!

Sono però ben altri i grandi valori che la compilazione dei dichiarativi portano allo Studio che se ne incarica.
Il modello 730 è uno strumento di marketing relazionale per lo Studio Profesionale.

NUOVI CLIENTI

Se lo Studio non si è mai occupato prima di dichiarazioni per i Contribuenti, il Modello 730 è un ottimo metodo per trovare nuovi clienti, basta comunicarlo al pubblico nel modo opportuno.
Si possono convenzionare dei sostituti d’imposta (aziende private o enti pubblici che siano), oppure si può rendere noto il servizio direttamente presso i Contribuenti nei loro luoghi di lavoro o di ritrovo, utilizzando i più vari strumenti, dalla lettera di presentazione al volantino informativo.

FIDELIZZAZIONE

Il Contribuente che comincia a frequentare lo Studio per la dichiarazione dei redditi con il Modello 730 potrebbe necessitare di altri generi di servizio o consulenza dello Studio e quindi essere opportunamente fidelizzato, diventando un cliente continuativo dello Studio.
Per esempio, potrebbe possedere degli immobili per i quali richiede aiuto per il pagamento dell’ICI (o IMU che dir si voglia) oppure potrebbe aver bisogno di visure e altre consulenze in caso di alienazione o richiesta di mutui. O ancora potrebbe necessitare di aiuto in caso di successione o decidere di mettersi in proprio e aprire una partita IVA, etc.

RELAZIONI

Lo Studio, tramite il contatto con i Contribuenti, ha modo di farsi notare e conoscere da altre persone.
Ogni Contribuente è inserito in una rete di relazioni – famiglia, amici, datori di lavoro etc. – che possono necessitare di servizi diversi da parte dello Studio: dal Bilancio alle pratiche camerali, dalle successioni a nuove dichiarazioni dei redditi.
Ogni Contribuente, se soddisfatto,  è quindi potenzialmente il punto di partenza di un passaparola positivo molto vantaggioso per lo Studio.
Tutta pubblicità – e della migliore –  gratuita!

Oggigiorno gestire le dichiarazioni con il Modello 730 è diventato molto semplice, grazie ai software e all’assistenza forniti dai moti CAF, alcuni dei quali specializzati in servizi ai professionisti.
Inoltre la campagna fiscale legata al Modello 730 è temporalmente ben delimitata e quindi è possibile gestire lo Studio in modo giudizioso, organizzandosi per tempo.
Qualche professionista è ancora convinto che il Modello 730 sia ancora lavoro solo per i sindacati, altri invece hanno da tempo scoperto che si possono trarre vantaggi e benefici per lo Studio, mettendosi a disposizione del Contribuente.

L’attenzione è una virtù morale. Essere attenti significa essere giusti con se stessi e con gli altri. Le persone attente sono curiose e attive; studiano e lavorano con entusiasmo, coinvolgimento e passione; scrutano i bisogni degli altri e sono capaci di aiutare. (Gianrico Carofiglio)

Parole per cui è stato trovato l'articolo:

pubblicita 730 (27),imu immobili vincolati (18),modello 730/2012 redditi 2011 (18),imu edifici vincolati (15)