730 e Cedolare Secca: come compilare il quadro B

Un contribuente titolare del diritto di proprietà su un immobile di categoria A2 con rendita catastale di Euro 690,00 stipula in data 1 gennaio 2011 un contratto di locazione “libero” ad uso abitativo. Il canone annuo di locazione è di Euro 7.200,00.

Con l’introduzione della cedolare secca il quadro B del modello 730 ha subito alcune modifiche rispetto allo stesso quadro del modello dell’anno precedente. In particolare nella sezione I del quadro B ci sono due nuove colonne:


  • colonna 5 “Codice canone”;
  • colonna 11 “Cedolare secca”.

Il nuovo campo di colonna 5 deve essere compilato in tutti i casi in cui si proceda a dichiarare un immobile locato, anche nel caso in cui lo stesso sia sottoposto a tassazione ordinaria. E’ necessario indicare uno dei seguenti codici corrispondenti alla percentuale del canone che viene riportata nella colonna 6 “Canone di locazione”:

  • codice “1” (85% del canone), il canone annuo di locazione (colonna 6) deve essere indicato nella misura dell’85 per cento nel caso di applicazione della tassazione ordinaria;
  • codice “2” (75% del canone), il canone annuo di locazione (colonna 6) deve essere indicato nella misura del 75 per cento, nel caso di applicazione della tassazione ordinaria, se il fabbricato è situato nella città di Venezia centro e nelle isole della Giudecca, Murano e Burano;
  • codice “3” (100% del canone) il canone annuo di locazione (colonna 6) deve essere indicato nella misura del 100 per cento nel caso di opzione per il regime della cedolare secca.

Quindi nella successiva colonna 6 si riporta l’85% del canone annuo che risulta dal contratto di locazione se nella colonna 5 (Codice canone) è stato indicato il codice 1, il 75% del canone se nella colonna 5 è stato indicato il codice 2, il 100% del canone se nella colonna 5 è stato indicato il codice 3.

La casella di colonna 11 deve essere barrata nel caso di opzione per l’applicazione della cedolare secca sulle locazioni. La nuova casella di colonna 11 deve essere barrata non solo dai contribuenti che non hanno esercitato l’opzione in sede di registrazione del contratto, ma anche i soggetti che hanno già optato per l’applicazione della cedolare secca, in sede di registrazione del contratto (mod. 69 o mod. Siria). Devono comunque barrare la suddetta casella al fine di permettere il corretto calcolo delle imposte dovute dal contribuente.


Il contribuente compila il primo rigo del quadro B inserendo:

  • a colonna 1 la rendita catastale di Euro 690,00;
  • a colonna 2 il codice utilizzo “3” (locato in regime di libero mercato);
  • a colonna 3 i “365” giorni di possesso;
  • a colonna 4 la percentuale di possesso al 100%;
  • a colonna 5 il codice “3” (cedolare secca);
  • a colonna 9 il codice G888 (codice comune);
  • a colonna 10 Euro 440,00 (ICI dovuta per il 2011);
  • a colonna 11 la “X” (opzione cedolare secca).

In questo caso il contribuente è tenuto a compilare la sezione II del quadro B “Dati relativi ai contratti di locazione o comodato” (righi da B11 a B14). Devono essere indicati gli estremi di registrazione del contratto di locazione (colonne da 3 a 6) che possono essere ricavati:

  • dal contratto di locazione o di comodato registrato presso l’Ufficio;
  • dalla ricevuta rilasciata dai servizi telematici nel caso di registrazione tramite “Siria”, “Locazioni web” o “Contratti online”.

In particolare nella nuova colonna “4” si indica il codice relativo alla modalità di registrazione (3, 3A, 3B, 3P, 3T). Si precisa in presenza di contratti di locazione di durata non superiore a 30 giorni complessivi nell’arco dell’anno, che non sono stati registrati (per questa tipologia di contratto, infatti, è previsto l’obbligo di registrazione solamente in caso d’uso), si barra la nuova colonna “7” e
non vanno compilate le colonne “3”, “4”, “5” e “6” relative agli estremi di registrazione del contratto.
Autore: Centro Studi CGN
Questo articolo è un estratto dall’Assistente CGN – la risorsa gratuita per i professionisti del settore Fiscale associati CGN.
Per maggiori informazioni clicca qui