Al via i contributi per i trasferimenti d’azienda ai giovani

Dalle ore 10 del 20 febbraio 2013 sarà possibile presentare la domanda di contributi finalizzati al sostegno, sull’intero territorio nazionale, della creazione di nuova imprenditoria per il trasferimento d’azienda o quote di essa, da imprenditori con età superiore ai 55 anni a giovani imprenditori di età compresa tra i 18 e i 35 anni non compiuti. Scopriamo quindi quali sono i contributi previsti e le modalità di presentazione della domanda.

Il Programma è realizzato con il contributo dei Programmi Operativi Nazionali del Fondo Sociale Europeo 2007-2013 “Azioni di sistema” e “Governance e azioni di sistema”.


Con l’obiettivo di favorire il rinnovo del tessuto dell’imprenditoria in settori tradizionali, l’avviso pubblico del 21 dicembre 2012 emesso da Italia Lavoro – ente strumentale del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e soggetto ideatore e attuatore del programma AMVA – Apprendistato e Mestieri a Vocazione Artigianale, offre l’opportunità di ottenere un contributo di:

  • € 5.000 per i trasferimenti d’azienda o quote societarie di valore compreso tra € 10.000 e € 29.999,99;
  • € 10.000 per i trasferimenti d’azienda o quote societarie di valore pari o superiore a € 30.000;

su presentazione di domanda che potrà essere inoltrata solo ad avvenuto subentro o acquisizione di quote.

L’iniziativa è diretta a giovani che, in data successiva al 21 dicembre 2012, siano subentrati ad un imprenditore con età superiore ai 55 anni mediante acquisizione dell’intero complesso aziendale o di una quota (in entrambi i casi di valore non inferiore a € 10.000) che porti la partecipazione ad una percentuale superiore al 51% del capitale sociale, assumendo la qualifica di legale rappresentante/amministratore dell’azienda rilevata.

I giovani devono avere età compresa tra i 18 e i 35 anni non compiuti alla data del subentro o acquisizione di quote, essere residenti nel territorio nazionale e, al 21 dicembre 2012 non essere titolari di imprese individuali in attività, né soci in misura superiore al 25% di società in attività, ivi compresa l’attività che si vuol rilevare. L’avviso riporta in nota che nel caso di società di persone tutti i soci dovranno possedere i requisiti richiesti.


Sia le imprese rilevate/cedenti che quelle subentranti, dovranno:

  • essere micro o piccole imprese ai sensi delle norme UE (clicca qui);
  • avere sede legale e operativa nel territorio nazionale;
  • essere costituite in forma di ditta individuale, s.n.c. o s.a.s.;
  • esercitare le attività di cui ai codici ATECO riportati nella tabella qui allegata.

Alla data del subentro, le imprese cedenti devono esistere da almeno 10 anni e, nel caso in cui esercitino l’attività in forma societaria, i soci cedenti che rappresentano la maggioranza del capitale sociale, devono avere compiuto almeno 55 anni di età alla data del subentro, ed essere stati titolari della ditta individuale o essere stati presenti nella compagine societaria, da almeno 5 anni alla data del subentro.

L’agevolazione si configura quale contributo in conto capitale a fondo perduto e verrà concessa nel rispetto dei limiti imposti dalle regole de minimis previste dalla normativa dell’Unione Europea, richiamate nell’avviso.

I contributi non sono cumulabili con altri finalizzati al sostegno al trasferimento d’azienda erogati da Italia Lavoro S.p.A. a favore del medesimo beneficiario, ma sono cumulabili con altri contributi erogati da soggetti terzi, fatti salvi gli eventuali divieti ivi previsti.

I contributi sono da intendersi al lordo della ritenuta del 4% da applicarsi sull’ammontare complessivo e/o di ogni altro eventuale onere accessorio e saranno assegnati nel rispetto dei vincoli di destinazione geografica dei fondi utilizzati.

La chiusura dell’avviso è fissata al 31 dicembre 2013, salvo proroghe.

Le risorse complessive previste sono pari a € 5.000.000 e sarà Italia Lavoro S.p.A. a comunicare, sul proprio sito istituzionale, l’avvenuto esaurimento delle risorse disponibili.

L’avviso integrale con tutte le regole, la modulistica e informazioni sull’uso del sistema informativo, può essere consultato sul sito internet di Italia Lavoro, sezione AVVISI oppure all’indirizzo web impresacontinua.italialavoro.it.

Dott. Rag. Giuseppina Spanò – Palermo