Pillole di saggezza INPS

In seno alla campagna di Solleciti RED 2011 sono sorti alcuni enigmi compilativi che impediscono la corretta acquisizione dei redditi dei pensionati  e dei rispettivi familiari. Sveliamo questi equivoci grazie alle  pronte delucidazioni rilasciate dall’INPS.

D. Per alcuni pensionati nella Tabella Soggetti con Redditi Rilevanti, che si trova nella terza pagina della lettera INPS, il coniuge è il componente con la dicitura “Reddito Assente”. Tuttavia inserendo la matricola, questa richiede solo i redditi del coniuge ed il codice rilevanza coniuge è 2 ( 2 = coniuge rilavante ma non richiesto). Quando vado a richiedere il duplicato con il codice fiscale del coniuge, però, non si trova la stringa per l’acquisizione della posizione. Come posso fare?


R. L’INPS si è accorta dell’anomalia e dal 28 gennaio 2013 ha implementato l’area duplicati Solleciti RED 2011 anche con queste posizioni.

D. Ad alcuni pensionati è arrivata una lettera INPS priva della terza pagina dove è indicata la Tabella Soggetti con Redditi Rilevanti, quindi non so quali soggetti del nucleo hanno, accanto al codice fiscale, la dicitura “Reddito Assente”. Cosa posso fare?

R. Innanzitutto è opportuno richiedere un duplicato del Sollecito RED 2011. Dopo aver verificato, anche nel duplicato della stringa, la mancata indicazione dei soggetti con la dicitura “Redditi Assenti”, deve essere acquisito solo il reddito del titolare. In ogni caso, ci confermano all’INPS, dal 28 di gennaio 2013, tali modelli sono stati implementati anche della parte finale della lettera, per cui tali casi non si dovrebbero più verificare.

D. Ad alcuni pensionati ex IPOST è arrivata una lettera INPS che portava una stringa di sollecito con un codice rilevanza coniuge uguale a zero (0 = coniuge non rilevante) ed indicazione di assenza di redditi del coniuge. Come posso acquisirli?

R. Tali posizioni, nella cui stringa dopo il codice fiscale del titolare è indicato il “codice” 3920,  non possono essere acquisite con la Campagna Solleciti RED 2011. Occorre indirizzare il pensionato presso un Patronato per effettuare una domanda di ricostituzione reddituale telematica con sistemazione delle pensioni in possesso del titolare.

D. Ad alcuni pensionati sono state recapitate lettere INPS, nella cui terza pagina, alla Tabella Soggetti con Redditi Rilevanti, il componente del nucleo con accanto la dicitura “Reddito Assente” è il coniuge, il quale all’epoca aveva presentato la dichiarazione dei redditi ed era quindi esonerato dalla  compilazione del modello RED. Come possiamo comportarci?

R. Devono essere inviate solo le dichiarazioni di Sollecito dei soggetti richiesti, cioè coloro che nella tabella allegata alla lettera, risultano con la dicitura “Redditi Assenti”. Questo a prescindere se, all’epoca, alcuni soggetti hanno fatto il 730/2011 redditi 2010 o l’Unico 2011 redditi 2010. Infatti, in alcuni casi, l’INPS non è riuscita ad “agganciare” le posizioni (o si sono verificate altre problematiche sulla gestione dei redditi) e quindi richiede il Sollecito RED 2011.

D. È stato recapitato un Sollecito RED 2011 ad un soggetto unico componente del nucleo, con la dicitura nella Tabella Soggetti con Redditi Rilevanti “Reddito Assente”. Quando vado ad elaborare la matricola, per la tipologia di prestazione che il soggetto percepisce, scopro che il soggetto risulta coniugato (già dall’anno 2010) ed il coniuge è pure rilevante. Invio anche i dati del coniuge visto che è rilevante?

R. Si devono inviare solo i dati dei componenti del nucleo sollecitati dall’INPS, che nel caso sopraesposto riguardano solo il titolare. Sembrerebbe comunque utile fare comunicazione all’INPS sulla variazione anagrafica (da celibe a coniugato). In ogni caso il codice relativo al coniuge non è abbinato allo stato civile ma alla prestazione, pertanto, salvo errori, la prestazione del titolare sottoposta a verifica non dovrebbe necessitare dei redditi del coniuge.

D. Alcuni pensionati, che hanno ricevuto il Sollecito RED 2011, si sono rivolti, come peraltro indicato nella lettera, al patronato ed hanno presentato domanda di ricostituzione reddituale. Il pensionato deve presentare anche il Sollecito in via telematica tramite CAF?

R. La ricostituzione reddituale tramite il patronato segue un canale distinto rispetto alla gestione telematica dei Solleciti RED, i cui tempi, ricordiamolo, sono normalmente più brevi. Ad ogni modo il pensionato non necessita di presentare anche il Sollecito in via telematica tramite CAF.

Giacomo Forato – Centro Studi CGN