31 marzo: scadenza comunicazione registro produttori di pile e accumulatori

Il 31 marzo prossimo scade la possibilità, per le aziende coinvolte nella produzione di pile ed accumulatori, di comunicare alla propria Camera di Commercio i dati relativi alle pile ed accumulatori immessi sul mercato nazionale nell’anno 2012, suddivisi per tipologia. Vediamo come  effettuare in pratica questa comunicazione obbligatoria.

Per attuare la direttiva  CE 2006/66 che disciplina l’immissione sul mercato delle pile e degli accumulatori, seguendone l’intero ciclo di vita, il 18 Dicembre 2008 è stato istituito presso il Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare,il  Registro Nazionale dei soggetti tenuti al finanziamento dei sistemi di gestione dei rifiuti di pile e accumulatori.


La Normativa di riferimento è il D. Lgs. 20 novembre 2008, n. 188 con il quale si rende noto che il produttore di pile e accumulatori può immettere sul mercato tali prodotti solo a seguito di iscrizione telematica al Registro da effettuarsi presso la Camera di Commercio di competenza.

L’iscrizione deve avvenire esclusivamente per via telematica, sul portale www.impresa.gov.it con firma digitale del legale rappresentante o del suo delegato. Per l’accesso è necessario disporre del dispositivo di firma digitale (smart card, business key, carta nazionale dei servizi ) correttamente inserito.

L’iscrizione nel Registro comporta il versamento di:

  • euro 168,00 per la tassa di concessione governativa;
  • euro 14,62 per imposta di bollo che può essere effettuato attraverso Telemaco Pay o tramite conto corrente postale intestato alla Camera di Commercio di competenza. I bollettini di conto corrente postale dovranno essere scannerizzati ed inviati telematicamente insieme alla pratica.

Qualsiasi variazione dei dati comunicati all’atto dell’iscrizione, nonché l’eventuale cessazione dell’attività devono essere comunicate al Registro con le modalità di cui sopra.


Sempre sul sito www.impresa.gov.it è obbligatorio quindi entro il 31 Marzo di ogni anno, che le aziende coinvolte, ovvero i produttori, comunichino alle Camere di Commercio le informazioni circa il numero e il peso effettivo delle pile e accumulatori immessi sul mercato nell’anno solare precedente.

Per la Comunicazione annuale pile e accumulatori non è previsto il pagamento di alcun importo; le modalità di accesso sono le medesime descritte per l’iscrizione.

Si ricorda infine che, ai sensi dell’articolo 25 c. 3 del D.Lgs. 20 novembre 2008 n. 188 il produttore che, entro il 31 marzo, non comunica al Registro Nazionale i dati relativi alle pile ed accumulatori immessi sul mercato nazionale nell’anno precedente, oppure le comunica in modo incompleto o inesatto, è punito con una sanzione amministrativa pecuniaria da euro 2.000 ad euro 20.000.

Maida Marrocchella – Centro Studi CGN