Novità campagna RED2013

Numerose anche quest’anno le novità introdotte dall’INPS per la compilazione e presentazione dei dichiarativi RED2013, cambiamenti che vanno a toccare tutte le sfere del dichiarativo, dalla lettera, alla stringa, fino al modello. Qui di seguito un riepilogo per voi.

 


LETTERA INPS

Secondo quanto indicato dall’Istituto nella lettera accompagnatoria, la richiesta di dichiarazione reddituale deve essere effettuata entro il 31 luglio. Tale data è rivolta esclusivamente al pensionato, il quale deve presentare la documentazione, necessaria alla corretta compilazione, al CAF entro tale termine. Nella lettera sono indicati i soggetti appartenenti al nucleo obbligati alla presentazione del RED.

STRINGA CAF

Per quanto riguarda la stringa e i relativi redditi da riportare, segnaliamo due casi particolari che l’INPS quest’anno ha voluto diversamente regolare:

  • in presenza di matricola con segnalazione di lavoro autonomo con valore ‘1’ è consentito solo l’inserimento di dichiarazione normale;
  • in presenza di matricola con segnalazione di lavoro autonomo con valore ‘2’, a prescindere dai dati relativi ai familiari eventualmente presenti, per il titolare devono essere acquisiti obbligatoriamente solo i redditi A3 (lavoro autonomo) ed A4 (prestazioni coordinate e continuative) e senza indicare altre tipologie di reddito possedute.

MODELLO RED

Per quanto concerne il modello, è stata modificata la dicitura della dichiarazione ZERO RED che da quest’anno si chiama:  ZERO REDDITI DI TUTTO IL NUCLEO, stante a significare che non solo il titolare non ha redditi da comunicare, ma che anche i familiari presenti nella stringa non ne hanno. Quindi, tutti i soggetti del nucleo dichiarano di non possedere alcuno dei redditi indicati nella richiesta.

Necessaria, inoltre, l’indicazione di almeno un recapito per il titolare tra: telefono, cellulare, e-mail e PEC.

Nel caso di decesso del titolare della stringa è obbligatorio indicare il codice fiscale dell’erede che effettua la comunicazione ed il “grado di parentela” (coniuge, figlio, altro).

Obbligatoria, invece, l’indicazione in specifica tabella dei periodi di lavoro (espressi in mesi) nei quali il pensionato ha maturato redditi di lavoro dipendente all’estero (A2), e/o redditi di lavoro autonomo (A3) e/o redditi di lavoro da prestazioni coordinate e continuative (A4). In alcuni casi vengono richiesti per le stesse tipologie anche i redditi presumibili per l’anno 2013.

Modificata la funzione di variazione del codice fiscale: è possibile indicare se il codice fiscale indicato dalla stringa è ancora valido, se è stato modificato, se il coniuge ha un codice fiscale diverso rispetto a quello conosciuto dall’INPS, e, nel caso di coniuge deceduto, rilevante ma non richiesto, è possibile indicare i redditi dello stesso attraverso la matricola del titolare, indicandolo come nuovo soggetto.

Infine, per ultima ma non meno importante, è stata modificata la funzione di Annullamento del modello RED: è possibile scegliere se annullare la singola trasmissione, restando validi i redditi indicati, oppure se annullare la trasmissione e i redditi trasmessi.

Giacomo Forato – Centro Studi CGN