Alluvione in Sardegna: sospensione dei versamenti al Fisco nei comuni colpiti

Nei Comuni della Sardegna colpiti dall’alluvione sono sospesi tutti i versamenti e gli adempimenti fiscali dei contribuenti: lo prevede un Decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze del 30 Novembre 2013, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 283 del 3 dicembre 2013. Sono sospesi tutti  versamenti e gli adempimenti tributari, inclusi quelli derivanti da cartelle di pagamenti emesse dagli agenti della riscossione, che scadono nel periodo compreso tra il 18 novembre e il 20 dicembre 2013. Ma quali sono i soggetti e i Comuni beneficiari?

La sospensione interessa le persone fisiche e i soggetti diversi dalle persone fisiche, che, alla data del 18 novembre 2013, avevano la sede legale o la sede operativa nel territorio dei comuni interessati dall’alluvione.


L’Ordinanza n.3 del 22 novembre 2013 ha individuato la lista specifica dei comuni beneficiari della sospensione, distinti per provincia:

1) Provincia di Olbia-Tempio: Arzachena, Berchidda, Buddusò, Golfo Aranci, Loiri Porto San Paolo, Monti, Olbia, Oschiri, Padru, Sant’Antonio di Gallura, Telti;

2) Provincia di Nuoro: Bitti, Dorgali, Galtellì, Irgoli, Loculi, Lodè; Lula, Nuoro, Oliena, Onanì, Onifai, Orgosolo, Orosei, Posada, Siniscola, Torpè;

3) Provincia di Oristano: Gonnostramatza, Marrubiu, Masullas, Mogoro, Palmas Arborea, San Nicolò D’Arcidano, Simaxis, Solarussa, Terralba, Uras;


4) Provincia di Cagliari: Armungia, Ballao, Decimoputzu, Escalaplano, Siliqua, Vallermosa, Villaputzu, Villaspeciosa;

5) Provincia Medio-Campidano: Gonnosfanadiga, Guspini, Pabillonis, San Gavino Monreale, Sanluri, Sardara, Villacidro, Villanovafranca;

6) Provincia Ogliastra: Arzana, Lanusei, Seui, Talana, Tortolì, Ussassai, Villagrande Strisaili.

Anche la Cassa dei Dottori Commercialisti si é mostrata sensibile al tema. Infatti, con la riunione del 27 novembre 2013, il Consiglio di Amministrazione ha adottato un provvedimento di sospensione di tutti i termini contributivi, previdenziali, amministrativi, prescrizionali e di decadenza in scadenza dal 18 novembre, nei confronti dei Dottori Commercialisti e dei Tirocinanti residenti e/o aventi sede operativa nei comuni sopra elencati. Si ricorda, altresì, che, tra gli interventi assistenziali in favore dei Dottori Commercialisti previsti dalla normativa della CNPADC, vi rientrano quelli derivanti da “eventi straordinari ovvero dovuti a caso fortuito o forza maggiore”.

Giovanni Fanni – Centro Studi CGN
http://giovannifanni.blogspot.com/
http://www.studiofanni.net/