Ddl di stabilità 2014: proroga dei bonus energia e ristrutturazioni

Il Ddl di stabilità, approvato dal Senato, racchiude importanti novità sulle agevolazioni per gli interventi di riqualificazione energetica, di ristrutturazione edilizia, per determinati interventi antisismici e per l’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici.

In relazione alle detrazioni d’imposta IRPEF/IRES per gli interventi di riqualificazione energetica degli edifici (art.1, commi da 344 a 347 della Legge 296/2006), il Ddl stabilisce che le aliquote siano pari:


  • al 55% per le spese sostenute fino al 5/6/2013;
  • al 65% per le spese sostenute dal 6/06/2013 al 31/12/2014;
  • al 50% per le spese sostenute dal 1/01/2015 al 31/12/2015.

Per gli interventi realizzati su parti comuni di edifici condominiali (art.1117 e 1117-bis) oppure per gli interventi che riguardano tutte le unità immobiliari di cui si compone il singolo condominio, l’agevolazione sugli interventi di riqualificazione energetica é fissata nelle seguenti misure:

  • 65% per le spese sostenute dal 6/06/2013 al 30/06/2015;
  • 50% per le spese sostenute dal 1/07/2015 al 30/06/2016.

Chi sostiene spese per interventi finalizzati al recupero del patrimonio edilizio (art.16-bis del TUIR) può fruire della detrazione d’imposta pari al:

  • 50% per le spese sostenute dal 26/06/2012 al 31/12/2014;
  • 40% per le spese sostenute dall’1/01/2015 al 31/12/2015.

Il limite massimo di spesa detraibile rimane pari a 96.000 euro per unità immobiliare.

Il regime delle detrazioni fiscali riguarda anche gli interventi di messa in sicurezza antisismica sugli edifici adibiti a prima casa o ad attività produttive, nelle percentuali del:

  • 65% per le spese sostenute fino al 31/12/2014;
  • 50% per le spese sostenute dal 1/01/2015 al 31/12/2015.

Tali detrazioni sono applicabili agli interventi le cui procedure autorizzatorie sono attivate a decorrere dal 4/08/2013, che siano eseguiti su edifici localizzati nelle zone sismiche ad alta pericolosità, che si riferiscano a edifici adibiti ad abitazione principale o ad attività produttive.

Per quanto riguarda l’agevolazione per l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici finalizzati all’arredo di immobili oggetto di ristrutturazione (art.16, comma 2 del D.L. 63/2013), la detrazione IRPEF é del 50%, si applica alle spese sostenute dal 6/06/2013 al 31/12/2014, va ripartita tra gli aventi diritto in dieci quote annuali di pari importo ed è calcolata su un ammontare complessivo non superiore a 10.000 euro.

Giovanni Fanni – Centro Studi CGN
http://giovannifanni.blogspot.com/
http://www.studiofanni.net/