A.A.A. adempimenti ambientali per aprile

Aprile mese di scadenze per adempimenti ambientali, e non solo, per chi produce determinati tipi di rifiuti e rientra in particolari requisiti tecnici. Il 30 aprile è il termine ultimo per presentare il MUD (Modello Unico di Dichiarazione ambientale 2014), per comunicare le emissioni da parte dei piccoli emettitori di gas ad effetto serra e, più in là, per presentare la dichiarazione annuale sulle emissioni di gas fluorurati registrate nel 2013.

1. Il MUD 2014 è stato approvato dal D.P.C.M. 12 dicembre 2013 e ha lo scopo di acquisire i dati necessari agli obblighi di rendicontazione e comunicazione previsti, anche da recenti provvedimenti, dalla Commissione Europea. I soggetti interessati sono, a seconda del tipo di rifiuti prodotti:


Comunicazione Rifiuti speciali

  • Chiunque effettua a titolo professionale attività di raccolta e trasporto di rifiuti;
  • Commercianti e intermediari di rifiuti senza detenzione;
  • Imprese ed enti che effettuano operazioni di recupero e smaltimento dei rifiuti;
  • Imprese ed enti produttori iniziali di rifiuti pericolosi;
  • Imprese agricole che producono rifiuti pericolosi con un volume di affari annuo superiore a Euro 8.000,00;
  • Imprese ed enti produttori che hanno più di dieci dipendenti e sono produttori iniziali di rifiuti non pericolosi derivanti da lavorazioni industriali, da lavorazioni artigianali e da attività di recupero e smaltimento di rifiuti, fanghi prodotti dalla potabilizzazione e da altri trattamenti delle acque e dalla depurazione delle acque reflue e da abbattimento dei fumi (così come previsto dall’articolo 184 comma 3 lettere c), d) e g)).

Comunicazione Veicoli Fuori Uso

  • Soggetti che effettuano le attività di trattamento dei veicoli fuori uso e dei relativi componenti e materiali.

Comunicazione Imballaggi

  • Sezione Consorzi: CONAI o altri soggetti di cui all’articolo 221, comma 3, lettere a) e c).
  • Sezione Gestori rifiuti di imballaggio: impianti autorizzati a svolgere operazioni di gestione di rifiuti di imballaggio di cui all’allegato B e C della parte IV del D.Lgs. 3 aprile 2006, n. 152.

Comunicazione Rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE)


  • Soggetti coinvolti nel ciclo di gestione dei RAEE rientranti nel campo di applicazione del D.Lgs. 151/2005.

Comunicazione Rifiuti Urbani, Assimilati e raccolti in convenzione

  • Soggetti istituzionali responsabili del servizio di gestione integrata dei rifiuti urbani e assimilati.

Comunicazione Produttori di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche (AEE)

  • Produttori di apparecchiature elettriche ed elettroniche iscritti al Registro Nazionale e Sistemi Collettivi di Finanziamento.

La presentazione deve avvenire in modalità telematica con firma digitale (smart card, CNS o Business Key), che può essere quella dell’associazione di categoria, del consulente, del professionista o di altri soggetti che curano, per conto del dichiarante, la compilazione, nel sito www.mudtelematico.it. Può avvenire anche mediante raccomandata alla Camera di commercio competente ma solo per coloro che possono utilizzare la Comunicazione Rifiuti Speciale Semplificata.

I diritti dei segreteria per la presentazione telematica del MUD sono pari a 10 euro per ogni unità locale, da versare con carta di credito o Telemaco pay. Nel caso della Comunicazione Rifiuti Speciale Semplificata sono pari a 15 euro e possono essere versati utilizzando un bollettino di conto corrente postale indicando nella causale di versamento il codice fiscale del dichiarante e la dicitura “Diritti di Segreteria MUD – (legge 70/1994)”.

2. La comunicazione dei piccoli emettitori di gas ad effetto serra (impianti con emissioni annuali inferiori a 5mila tonnellate CO2), iscritti nel Registro nazionale dei Piccoli Emettitori (RENAPE), devono comunicare annualmente le emissioni prodotte al Comitato ETS (Emission Trading Scheme), deputato alla tenuta del Registro. Per le emissioni relative all’anno 2013, la comunicazione e i documenti previsti nell’elenco di cui all’articolo 1 della deliberazione del Comitato ETS n. 13/2014 devono essere inviati entro il 30 aprile 2014 direttamente ad entrambi gli indirizzi di posta elettronica:

ras.comunicazioni-ET@minambiente.it e

piccoliemettitori.esclusiets@mise.gov.it.

3. La dichiarazione annuale sulle emissioni di gas fluorurati registrate nel 2013 deve essere presentata dagli operatori delle applicazioni fisse di refrigerazione, condizionamento d’aria, pompe di calore, nonché dei sistemi fissi di protezione antincendio contenenti 3 Kg o più di gas fluorurati ad effetto serra. La scadenza è il 31 maggio 2014 e la comunicazione deve essere fatta telematicamente dal sito dell’ISPRA – SINAnet (Rete del Sistema Informativo Nazionale Ambientale).

Giorgia Martin – Centro Studi CGN