Il modello 730 congiunto: chi può presentarlo e quali sono i vantaggi?

Anche per l’anno 2013 è possibile presentare il modello 730 in forma congiunta con il proprio coniuge. Vediamo chi può presentarlo, come si presenta e quali sono i vantaggi.

Quando si può presentare la dichiarazione congiunta?


Come precisano le stesse istruzioni del modello 730/2014, la dichiarazione può essere presentata in forma congiunta quando i coniugi possiedono esclusivamente i seguenti redditi: redditi da lavoro dipendente, redditi assimilati a quelli di lavoro dipendente, redditi dei terreni e dei fabbricati, redditi di capitale, redditi di lavoro autonomo per i quali non è richiesta la partita Iva, redditi diversi e alcuni dei redditi assoggettabili a tassazione separata.

Solo questo però, non è sufficiente. Per presentare la dichiarazione congiunta, è necessario infatti che almeno uno dei due coniugi possa utilizzare il modello 730.

Possono presentare il modello 730 in forma congiunta, tutti i coniugi ufficialmente sposati alla data in cui si attesta la presentazione del modello 730/2014, anche se ancora non coniugati nel 2013.

Come si presenta?

Il modello 730 in forma congiunta può essere presentato al sostituto d’imposta di uno dei due coniugi oppure ad un CAF o a un professionista abilitato (consulente del lavoro, dottore commercialista, ragioniere o perito commerciale).

Quando non è possibile utilizzare la forma congiunta?

Non è possibile utilizzare la dichiarazione in forma congiunta se si presenta la dichiarazione per conto di persone incapaci, compresi i minori e nel caso di decesso di uno dei coniugi avvenuto prima della presentazione della dichiarazione dei redditi.

Occhio però! In caso di persone conviventi non è possibile presentare il modello 730 in forma congiunta. Tale possibilità, come abbiamo visto prima, è rivolta esclusivamente ai coniugi.

Altra precisazione. Quando si parla di dichiarazione in forma congiunta si parla sempre di modello 730. Coloro che sono obbligati a presentare il modello Unico persone fisiche non possono presentare la dichiarazione congiunta.

Quali sono i vantaggi della dichiarazione congiunta?

Il principale vantaggio del modello 730 congiunto è la possibilità che viene data al coniuge che non abbia un sostituto d’imposta, di avvalersi del sostituto d’imposta dell’altro coniuge. Ciò consente di recuperare gli eventuali rimborsi di imposte a credito o di pagare le imposte a debito direttamente nella busta paga del proprio coniuge.

Inoltre, ai fini della presentazione del modello 730 in forma congiunta non è vincolante la comunione o la separazione dei beni dei coniugi.

Detto questo, occorre specificare che le dichiarazioni dei coniugi risultano però distinte, nel senso che i redditi dei due coniugi non si sommano. Il modello 730 congiunto infatti non ha alcun riflesso sulla determinazione delle imposte, che devono essere calcolate sempre e comunque sul reddito personale di entrambi i coniugi.

Modalità di compilazione

Nella dichiarazione congiunta va indicato come dichiarante il coniuge che ha come sostituto d’imposta il soggetto al quale viene presentata la dichiarazione, oppure quello scelto per effettuare i conguagli d’imposta se la dichiarazione viene presentata ad un CAF o ad un professionista abilitato.

Antonino Salvaggio – Centro Studi CGN

http://www.il-commercialista-dei-professionisti.com