Dichiarazioni IMU-TASI Enti non commerciali: rinvio del termine al 30 novembre 2014

Slitta al 1° dicembre il termine per l’invio della dichiarazione IMU e TASI degli enti non commerciali. Vediamo quali sono le motivazioni del rinvio e quali sono, nello specifico, gli enti non commerciali coinvolti nell’adempimento.

Con un Comunicato Stampa del Dipartimento delle Finanze del 23 settembre 2014 é stato infatti reso noto che é stato firmato il Decreto del Ministro dell’Economia e delle Finanze che proroga al 30 novembre 2014 (per la precisione, al 1° dicembre, poiché il 30 novembre cade di domenica) il termine per la presentazione della dichiarazione “IMU – TASI ENC” per gli anni 2012 e 2013.


Il Provvedimento è stato successivamente pubblicato in data 30 settembre 2014 sulla Gazzetta Ufficiale.

La motivazione di tale rinvio dei termini é da ricercarsi nel ritardo con il quale sono state approvate le specifiche tecniche telematiche necessarie per la predisposizione delle applicazioni da parte delle software house. Tale ritardo aveva già indotto Assosoftware, il 30 luglio scorso, a manifestare le proprie perplessità sulla possibilità di rispettare la scadenza del 30 settembre 2014.

L’adempimento dichiarativo riguarda gli enti non commerciali in possesso di uno o più immobili destinati almeno parzialmente all’esercizio, con modalità non commerciali, delle attività istituzionali di cui all’art. 7, comma 1, lettera i), D.Lgs. n. 504/1992.

Si ricorda che con il DM del 26 giugno 2014, il Ministero dell’Economia e delle Finanze, aveva approvato il modello di dichiarazione IMU e TASI per gli enti non commerciali e le relative istruzioni. Tale modello si compone di quattro quadri:


  • il primo é riservato alla descrizione degli immobili totalmente imponibili;
  • il secondo concerne gli immobili parzialmente imponibili o totalmente esenti;
  • il terzo é dedicato alla determinazione dell’IMU e della TASI;
  • il quarto é relativo alle compensazioni e ai rimborsi.

Si segnala inoltre che la dichiarazione, ai sensi dell’art.1 comma 719 della Legge n.147/2013, deve essere presentata esclusivamente con modalità telematiche. Per tale motivo, nel frontespizio del modello di dichiarazione IMU e TASI, é presente il riquadro “impegno alla trasmissione telematica”, che deve essere compilato e sottoscritto dall’intermediario che effettua l’invio.

Giovanni Fanni – Centro Studi CGN
http://giovannifanni.blogspot.com/
http://www.studiofanni.net/