Devi assumere? Ecco gli incentivi della garanzia giovani

Per le assunzioni effettuate dal 3 ottobre 2014 al 30 giugno 2017, il programma Garanzia Giovani offre ai datori di lavoro (non tenuti all’assunzione) un incentivo economico, di importo a fino a 6.000 euro. Di seguito una rapida check-list delle caratteristiche dell’iniziativa.

Il giovane deve:


  • essere registrato al “Programma Operativo Nazionale Iniziativa Occupazione Giovani” (http://www.garanziagiovani.gov.it);
  • avere un’età compresa tra i 16 e i 29 anni;
  • aver assolto al diritto dovere all’istruzione e formazione, se minorenne;
  • non essere occupato e non essere inserito in un percorso di studio e di formazione.

L’azienda deve:

  • essere in possesso della regolarità contributiva;
  • osservare le norme di tutela delle condizioni di lavoro;
  • applicare gli accordi e i contratti collettivi nazionali, regionali, territoriali o aziendali (se sottoscritti) stipulati dalle organizzazioni sindacali dei datori di lavoro e dei  lavoratori più rappresentative sul piano nazionale;
  • rispettare i principi della L. n. 92/2012 sulle agevolazioni per le assunzioni;
  • rispettare i limiti previsti per gli aiuti di stato (de minimis).

Ecco le assunzioni incentivate:

  • assunzioni a tempo indeterminato, anche finalizzate alla somministrazione;
  • assunzione a tempo determinato, anche al fine della somministrazione, con durata iniziale pari o superiore a 6 mesi;
  • assunzioni anche a tempo parziale con orario pari o superore al 60% dell’orario normale di lavoro;
  • assunzioni di soci lavoratori di cooperativa, con contratto di lavoro subordinato.

Esclusioni:

  • apprendisti;
  • lavoratori domestici;
  • lavoratori intermittenti;
  • lavoratori con contratto di job sharing;
  • lavoro accessorio.

A quanto ammonta l’incentivo?


L’incentivo varia in base al tipo di assunzione e alla difficoltà del giovane nella ricerca di occupazione (definita dai Centri per l’Impiego) (vedi tabella sottostante).

L’incentivo è ammesso nei limiti delle risorse di pertinenza delle Regioni (o Province autonome) del territorio in cui il giovane è impiegato.

Come fruirne?

Occorre inoltrare un’istanza preliminare in via telematica all’INPS indicando i dati relativi all’assunzione e procedere con i successivi passaggi richiesti dall’Amministrazione.

Come è liquidato?

  • In 6 quote mensili di pari importo per i contratti a tempo determinato di durata inferiore a 12 mesi;
  • in 12 quote mensili di pari importo le per assunzioni a tempo determinato di durata pari o superiore a 12 mesi e per i contratti a tempo indeterminato.

L’importo è fruito tramite conguaglio o compensazione con l’Uniemenes o con la denuncia trimestrale DMAG (per gli agricoli).


Incentivi assunzioni

 

Stefano Carotti – Centro Studi CGN