Equitalia: la rateazione si può chiedere online

Equitalia ha presentato il nuovo sito internet che presenta una veste grafica più moderna, con una navigazione intuitiva e un linguaggio diretto, allo scopo di semplificare il rapporto con i contribuenti. Ecco quali sono le novità.

Nella nuova grafica del sito, i servizi in primo piano sono suddivisi per profili:


  • cittadini;
  • imprese;
  • ordini/associazioni ed enti pubblici creditori.

Ma la grande novità é che ora é disponibile un servizio in più, “rateazioni online”, che consente di richiedere direttamente via web la dilazione dei debiti fino a 50 mila euro.

Il Comunicato Stampa specifica che si tratta di un nuovo strumento che si aggiunge agli altri già disponibili e oggi più facili da usare: “paga online” che consente di saldare i debiti con la carta di credito, “estratto conto” per controllare con maggior dettaglio la propria situazione debitoria e le procedure in corso, “sospensione online”, che in pochi passaggi permette di inviare la richiesta per sospendere la riscossione e attivare la verifica su quanto richiesto dagli enti pubblici creditori, “trova sportello” e i canali di contatto diretti per chiedere l’assistenza dell’ente.

Il nuovo servizio di richiesta di rateazione online si affianca a quelli tradizionali, che prevedono che la domanda sia presentata direttamente allo sportello o tramite posta raccomandata. È semplificato, basterà semplicemente inserire i propri dati anagrafici, specificare il documento per cui richiede la rateizzazione e procedere con la domanda. Successivamente Equitalia invierà il piano di ammortamento con i relativi bollettini per effettuare il pagamento.

Secondo quando specificato da Equitalia nel Comunicato Stampa del 10 dicembre 2014, l’area cittadini é stata realizzata con testi più semplici, nuove guide facili, infografiche e i canali di contatto sempre a portata di mano.


Nell’area imprese le informazioni sono focalizzate sugli aspetti più rilevanti del mondo imprenditoriale, con approfondimenti su compensazioni e rimborsi in conto fiscale.

Chi fa parte di un’associazione o di un Ordine professionale convenzionato con Equitalia, in pochi passaggi  può usufruire dello sportello telematico dedicato.

Gli enti pubblici creditori e gli altri organismi che si avvalgono di Equitalia potranno invece utilizzare l’ampia gamma di applicativi messi a disposizione.

Giovanni Fanni – Centro Studi CGN
http://giovannifanni.blogspot.com/
http://www.studiofanni.net/