Detrazioni fiscali anche per lavori in condominio

La detrazione IRPEF al 50% per lavori di ristrutturazione edilizia e il connesso bonus mobili, nonché la detrazione al 65% per interventi di riqualificazione energetica spettano anche per i lavori effettuati sui condomini con delle particolarità rispetto a quelli realizzati su singole unità immobiliari.

Detrazione per interventi di ristrutturazione edilizia


La detrazione IRPEF del 50% fino al 31 dicembre 2015 si applica anche ai lavori di ristrutturazione nel condominio. Tra i lavori agevolabili vi rientrano:

  • interventi di manutenzione ordinaria ammessi solo se eseguiti sulle parti comuni del condominio (articolo 1117, numeri 1, 2 e 3 del Codice civile) ossia il suolo su cui sorgono l’edificio, le fondazioni, i muri maestri, i tetti e i lastrici solari, le scale, i portoni d’ingresso, i vestiboli, i portici, i cortili, tutte le parti dell’edificio necessarie all’uso comune, i locali per la portineria e per l’alloggio del portiere, gli ascensori, i pozzi, le cisterne, le fognature, eccetera;
  • interventi di manutenzione straordinaria;
  • restauro e risanamento conservativo;
  • ristrutturazione edilizia.

La detrazione IRPEF nella misura pari al 50% spetta ad ogni condomino in base alla propria  quota millesimale, a condizione che quest’ultima sia stata effettivamente versata al condominio entro i termini di presentazione della dichiarazione dei redditi.

Le fatture devono essere intestate al condominio che deve dotarsi quindi di un conto corrente condominiale; per quanto riguarda i pagamenti, è necessario effettuarli tramite bonifici postali e bancari, indicando oltre alla causale del versamento anche il codice fiscale del condominio che effettua il pagamento.

Bonus mobili anche per il condominio


Il bonus mobili, ovvero l’agevolazione fiscale al 50% per l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici destinati a finalizzare l’arredo dell’immobile oggetto di ristrutturazione, è strettamente connesso alla detrazione fiscale per interventi di ristrutturazione edilizia. Nel caso di lavori di manutenzione ordinaria effettuati sulle parti comuni di un condominio, il bonus mobili è ammesso solo per gli acquisti dei beni finalizzati all’arredo delle stesse parti comuni.

Detrazione per risparmio energetico 

C’è tempo fino al 31 dicembre 2015 per usufruire anche dell’ulteriore detrazione IRPEF nella misura pari al 65% per i lavori di riqualificazione energetica, anch’essi eseguiti sui condomini, come il miglioramento termico dell’edificio (coibentazioni – pavimenti – finestre comprensive di infissi), la riduzione del fabbisogno energetico per il riscaldamento, la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale e l’installazione di pannelli solari.

La Legge di stabilità 2015 (Legge n. 190 del 2014) ha esteso l’agevolazione alle spese sostenute dal 1° gennaio 2015 fino al 31 dicembre 2015 per l’acquisto e la posa in opera delle schermature solari indicate nell’allegato M del decreto legislativo n. 311/2006 (fino a un valore massimo della detrazione pari a 60.000 euro) e degli impianti di climatizzazione invernale dotati di generatori di calore alimentati da  biomasse combustibili (fino a un valore massimo della detrazione pari a 30.000 euro).

Alessandra Caparello