Equitalia: domanda di rateazione bis entro il 31 luglio 2015

Fino al 31 luglio 2015 i contribuenti decaduti da un precedente piano dilatorio, possono presentare una nuova richiesta di accesso al beneficio della rateazione bis ad Equitalia secondo quanto previsto dal Decreto Milleproroghe.

Rateazione bis Equitalia: le condizioni


Il decreto in questione ha modificato l’articolo 11-bis del decreto legge n. 66 del 2014 che aveva già previsto la rateazione per i contribuenti decaduti da un precedente piano dilatorio entro il 22 giugno 2013 e che potevano avanzare richiesta di rateazione entro il 31 luglio 2014.

La nuova disposizione prevede che: “I contribuenti decaduti dal beneficio della rateazione previsto dall’articolo 19 del decreto del Presidente della Repubblica 29 settembre 1973, n. 602, possono richiedere la concessione di un nuovo piano di rateazione, fino a un massimo di settantadue rate mensili, a condizione che:

a) la decadenza sia intervenuta entro e non oltre il 31 dicembre 2014;

b) la richiesta sia presentata entro e non oltre il 31 luglio 2015.


Il piano di rateazione concesso ai sensi del comma 1 non è prorogabile e il debitore decade dallo stesso in caso di mancato pagamento di due rate anche non consecutive. A seguito della presentazione della richiesta del piano di rateazione, non possono essere avviate nuove azioni esecutive. Se la rateazione è richiesta dopo una segnalazione effettuata ai sensi dell’articolo 48-bis del decreto del Presidente della Repubblica 29 settembre 1973, n.602, e successive modificazioni, la stessa non può essere concessa limitatamente agli importi che ne costituiscono oggetto”.

In sostanza la rateazione bis di Equitalia equivale alla riapertura dei termini del beneficio introdotto con  il decreto legge n. 66 del 2014. Ora la possibilità di accedere alla rateazione bis è concessa ai contribuenti decaduti entro il 31 dicembre 2014 e la relativa richiesta deve essere presentata entro e non oltre il 31 luglio 2015.

La rateazione bis è concessa per un numero massimo di 72 rate (6 anni). Inoltre il nuovo piano dilatorio non è prorogabile ed è prevista la decadenza al mancato pagamento di sole due rate, anche non consecutive contro le 8 della rateazione ordinaria.

Il modulo per la richiesta

L’istanza deve essere presentata usando l’apposito modulo che Equitalia ha reso disponibile on line sul proprio sito internet

(http://www.gruppoequitalia.it/equitalia/export/sites/equitalia/.content/files/it/Modulistica/Istanza-per-rateazioni-decadute-alla-data-del-31-dicembre-2014.pdf).


Una volta- compilata in tutte le sue parti, l’istanza deve essere presentata presso il competente Agente della riscossione o quello specificato nell’atto inviato da Equitalia:

  • tramite raccomandata A/R
  • a mano direttamente agli sportelli territoriali competenti.

A seguito della presentazione della richiesta del piano di rateazione bis, non possono essere avviate nuove azioni esecutive.

Alessandra Caparello – Centro Studi CGN