Ecco le scadenze fiscali di settembre

IVA, modello Unico e Irap, nonché domanda di adesione alla voluntary disclosure. Ecco alcune delle principali scadenze fiscali di settembre, da ricordare per evitare di incorrere in sanzioni.

Si parte da martedì 15 settembre con il termine ultimo per:


Iva – Fatturazione differita. I contribuenti IVA sono tenuti all’emissione e alla registrazione delle fatture differite relative a beni consegnati o spediti nel mese di agosto, risultanti da documento di trasporto o da altro documento idoneo a identificare i soggetti contraenti.

Iva – Registrazione corrispettivi. I commercianti al minuto e assimilati e gli operatori della grande distribuzione devono procedere alla registrazione, anche cumulativa, delle operazioni effettuate nel mese di agosto per le quali è stato rilasciato lo scontrino o la ricevuta fiscale.

Iva – Riepilogo fatture vendita. Il 15 settembre è l’ultimo giorno utile per effettuare l’annotazione in un unico documento riepilogativo delle fatture di importo inferiore a 300 euro emesse nel mese di agosto.

Il 16 settembre invece è la volta di:


Unico e Irap 2015 PF – Versamenti. Le persone fisiche e le società di persone che esercitano attività per le quali sono stati approvati gli studi di settore o che partecipano a soggetti “interessati” dagli studi di settore, che hanno fruito della facoltà di effettuare i versamenti entro il trentesimo giorno successivo al termine previsto (20 agosto) maggiorando dello 0,40% l’intero importo dovuto, devono pagare la seconda rata delle imposte che risultano dalle dichiarazioni Unico e Irap 2015.

Unico e Irap 2015 Soggetti Ires – Versamenti. I soggetti Ires, con periodo d’imposta coincidente con l’anno solare e che approvano il bilancio entro 120 giorni dalla chiusura dell’esercizio, che esercitano attività per le quali sono stati approvati gli studi di settore o che partecipano a soggetti “interessati” dagli studi di settore, che hanno fruito della facoltà di effettuare i versamenti entro il trentesimo giorno successivo al termine previsto (20 agosto) maggiorando dello 0,40% l’intero importo dovuto, devono pagare la seconda rata delle imposte risultanti dai modelli Unico e Irap 2015.

Split payment. Gli enti e gli organismi pubblici nonché le amministrazioni centrali dello Stato tenuti al versamento unitario di imposte e contributi e le Pubbliche Amministrazioni autorizzate a tenere un conto corrente presso una banca convenzionata con l’Agenzia delle Entrate o presso Poste italiane devono versare, con modalità telematiche, l’IVA dovuta a seguito di scissione dei pagamenti.

Sostituti d’imposta. Ultimo giorno utile per i sostituti d’imposta affinché versino le ritenute effettuate nel mese di agosto sui redditi di lavoro dipendente e assimilati, redditi di lavoro autonomo, provvigioni, redditi di capitale, redditi diversi, utilizzando il modello F24 telematico.

Soggetti che corrispondono pensioni. Coloro che corrispondono redditi di pensione di importo non superiore a 18.000 euro annui, compresi enti ed organismi pubblici e le Amministrazioni centrali dello Stato devono versare la rata delle imposte dovute in sede di conguaglio di fine anno per importi complessivamente superiori a 100 euro e la rata relativa al canone Rai, per conto dei pensionati che sono stati ammessi alla rateizzazione dell’importo.

Scadono il 21 settembre invece i termini per:


Modello 770. I sostituti d’imposta, comprese le Amministrazioni dello Stato, che nel 2014 hanno corrisposto somme o valori soggetti a ritenuta alla fonte devono presentare la dichiarazione modello 770/2015 semplificato e ordinario, esclusivamente in via telematica, direttamente o tramite intermediari abilitati.

Ravvedimento. Ultimo giorno utile anche per regolarizzare i versamenti di imposte e ritenute non effettuati o effettuati in misura insufficiente entro il 20 agosto 2015 dai contribuenti tenuti al versamento unitario di imposte e contributi. Il versamento delle imposte e delle ritenute è maggiorato dagli interessi legali insieme alla sanzione ridotta al 3%.

Altre scadenze importanti sono il 28 settembre, ultimo giorno utile per sanare la mancata presentazione entro il 30 giugno, in formato cartaceo, del modello Unico PF 2015 e il 30 settembre quando scadono i termini per presentare:

Modello Unico PF-SP-SC- ENC 2015
Voluntary disclosure (coloro che detengono attività e beni all’estero e hanno omesso di rilevarli ai fini del monitoraggio fiscale, nonché i contribuenti non destinatari degli obblighi dichiarativi di monitoraggio fiscale o che, essendo obbligati, vi hanno adempiuto correttamente, devono presentare, esclusivamente in via telematica, direttamente o tramite intermediari abilitati, il modello per la richiesta di accesso alla procedura di collaborazione volontaria in materia fiscale volto a regolarizzare le violazioni commesse fino al 30 settembre 2014).

Alessandra Caparello