Voucher per l’internazionalizzazione: procedure telematiche per la richiesta

Si è aperta il 1 settembre la finestra temporale entro la quale sarà possibile registrarsi, attraverso un’apposita procedura telematica, alla sezione “voucher per l’internazionalizzazione” del sito internet del Ministero dello Sviluppo Economico.

A ricordarlo é stato il Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili che, con l’informativa n. 67 del 1 settembre 2015, ha chiesto agli ordini territoriali di portare l’iniziativa “a conoscenza dei colleghi che assistono con attività di consulenza le imprese interessate ai processi di internazionalizzazione“.


Il bando, emanato in attuazione del DM 15 maggio 2015, prevede la concessione di un voucher di 10mila euro a fondo perduto per l’inserimento in azienda di un temporary export manager (o TEM) per almeno sei mesi. Tale figura manageriale, capace di studiare, progettare e gestire i processi e i programmi sui mercati esteri, potrà essere di supporto alle PMI e alle reti di imprese che intenderanno orientarsi ai mercati internazionali.

Potranno beneficiare di tale contributo le PMI costituite in forma di società di capitali (anche in forma cooperativa) e le reti di imprese tra PMI, che abbiano conseguito un fatturato minimo di 500mila euro in almeno uno degli esercizi dell’ultimo triennio. Tale vincolo non sussiste nel caso di Start-up iscritte nella sezione speciale del Registro delle imprese. Per avere accesso al voucher l’impresa dovrà intervenire con un cofinanziamento che, per il primo bando, è di almeno 3mila euro (il costo complessivo sostenuto dall’impresa per il servizio dovrà essere pertanto di almeno 13mila euro).

Una volta effettuata la registrazione sul sito del MISE, l’azienda dovrà rivolgersi ad una Società fornitrice dei servizi TEM scegliendola tra quelle inserite nell’apposito elenco istituito presso il Ministero, da cui potrà scegliere la figura consulenziale desiderata. Successivamente, dopo aver stipulato il contratto con una delle società dell’elenco ed aver ottenuto le credenziali per accedere alla piattaforma informatica, l’impresa potrà compilare online la richiesta per l’agevolazione, che verrà erogata a saldo e in un’unica soluzione, dietro presentazione della documentazione necessaria alla rendicontazione della spesa.

Le istanze di accesso firmate digitalmente dovranno essere presentate a partire dalle ore 10.00 del 22 settembre 2015 e fino al termine ultimo delle ore 17.00 del 2 ottobre 2015.


Verificata la sussistenza dei requisiti, il Ministero procederà ad assegnare l’agevolazione secondo l’ordine cronologico di ricezione delle domande.

Giovanni Fanni – Centro Studi CGN
http://giovannifanni.blogspot.com/
http://www.studiofanni.net/