Ecco le scadenze fiscali e previdenziali di agosto 2016

Altro che ferie! Il calendario di agosto si preannuncia come sempre pieno di scadenze, molte delle quali sono concentrate in un’unica data: quella del 22 agosto (sono 256 i pagamenti da effettuarsi entro questa data). Cosa ci aspetta quindi in questo caldo mese di agosto?

In questo breve articolo, facciamo una sintesi delle principali scadenze fiscali e previdenziali del mese di agosto. Ti ricordo che la scadenza del 22 agosto comprende anche quella del 16 agosto, per via della proroga di ferragosto.


Con la proroga di ferragosto, gli adempimenti fiscali e i versamenti da effettuarsi con il modello F24, in scadenza dal 1° al 20 agosto, possono essere eseguiti fino al giorno 22 agosto senza ulteriori maggiorazioni.

Quali versamenti godono della proroga di ferragosto? Si tratta di tutti i versamenti unitari delle imposte, dei contributi dovuti all’INPS e delle altre somme a favore dello Stato, delle Regioni e degli altri Enti Previdenziali.

Di seguito ti elenco una sintesi delle principali scadenze, mentre per vedere l’elenco completo di tutto ciò che scade ad agosto ti invito a collegarti al sito internet dell’Agenzia delle Entrate (clicca sul sito):

  • versamento dell’IVA dovuta per il mese di luglio 2016 da parte dei contribuenti IVA mensili;
  • versamento dell’IVA dovuta per il 2° trimestre (aprile, maggio e giugno 2016) da parte dei contribuenti trimestrali;
  • versamento delle ritenute sui redditi da lavoro dipendente e assimilati, da lavoro autonomo, da provvigioni nonché su corrispettivi per contratti di appalto nei confronti dei condomini;
  • versamento del diritto camerale con la maggiorazione per i contribuenti persone fisiche e per tutti i contribuenti interessati dagli studi di settore;
  • versamento della 3^ rata INAIL per coloro che in sede di autoliquidazione hanno scelto di rateizzare il saldo 2015 e l’acconto 2016;
  • versamento della 2^ rata dei contributi previdenziali IVS artigiani e commercianti da parte dei soggetti iscritti alla gestione INPS artigiani e commercianti (quota fissa sul reddito minimale);
  • versamento da parte dei soggetti committenti, dei contributi relativi alla gestione separata INPS dovuti sui compensi corrisposti nel mese precedente;
  • versamento della 3^ rata del primo acconto 2016 e del saldo 2015 dell’imposta sostitutiva dell’IRPEF e delle addizionali regionali e comunali con maggiorazione a titolo di interesse corrispettivo per i contribuenti che adottano il regime fiscale di vantaggio per l’imprenditoria giovanile e lavoratori in mobilità e non sono interessati dagli studi di settore né partecipano a società e/o enti interessati dagli studi di settore;
  • versamento imposte sui redditi (IRES, IRPEF e IRAP) a titolo di saldo 2015 e di acconto 2016, in un’unica soluzione o prima rata per i contribuenti persone fisiche e per tutti i contribuenti interessati dagli studi di settore.

Sempre entro il 22 agosto scade il termine per la presentazione della richiesta di rimborso o utilizzo in compensazione del credito IVA trimestrale (modello IVA TR).


Ma non è finita qui! Il 25 agosto è il termine ultimo per presentare telematicamente il modello Intrastat per quei contribuenti che hanno effettuato operazioni, nel trimestre di riferimento e/o in uno dei 4 trimestri precedenti, per un ammontare superiore a 50 mila euro.

Entro il 31 agosto scade invece la comunicazione mensile delle operazioni di acquisto da operatori economici sammarinesi annotate nei registri IVA nel mese precedente e la dichiarazione mensile degli acquisti di beni e servizi da soggetti non stabiliti nel territorio dello Stato effettuati dagli enti non soggetti passivi IVA e dagli agricoltori esonerati (modello INTRA 12).

Insomma, il mese di agosto si preannuncia come sempre pieno di scadenze e adempimenti da rispettare per imprese, professionisti e i loro consulenti.

Antonino Salvaggio – Centro Studi CGN

http://www.il-commercialista-dei-professionisti.com