Bonus cultura: 500 euro ai diciottenni

Il bonus cultura 18 anni è un incentivo che rientra nel cosiddetto “pacchetto cultura e sicurezza” della Legge di Stabilità 2016 e si concretizza in un aiuto economico pari a 500 euro spendibile per acquistare libri, andare al cinema e a teatro, visitare musei e siti archeologici, partecipare a concerti e fiere. Il fine dunque è quello di contribuire alla formazione culturale dei giovani. Analizziamo i particolari di questa agevolazione.

I beneficiari


L’incentivo è destinato agli studenti che entro il 31.12.2016 compiono 18 anni, sia giovani italiani sia stranieri residenti con permesso di soggiorno regolare.

Come funziona

L’incentivo è versato sotto forma di voucher, da utilizzare per effettuare determinati acquisti. Per utilizzare il bonus maggiorenni, infatti, basterà scaricare un’apposita applicazione gratuita denominata “18app”, che è una sorta di marketplace online per effettuare gli acquisti. I giovani non dovranno far altro che scaricare l’applicazione ed effettuare gli acquisti direttamente tramite il negozio online (all’interno del quale saranno inseriti tutti i possibili acquisti). Ad ogni acquisto, l’app aggiornerà in automatico il saldo disponibile del bonus, fino ad esaurimento. Purtroppo l’applicazione non è ancora disponibile per gli utenti e, ad oggi, è solo in versione beta.

Durata


Il bonus cultura 18 anni vale per una sola volta e ha data di scadenza fissata al 31.12.2017 ma si esaurirà nel momento in cui tutti i 500 euro saranno spesi.

Quali spese sono agevolabili

I 500 euro di bonus potranno essere utilizzati dai giovani per acquistare diversi beni e servizi. Ecco alcuni esempi di acquisti che si potranno effettuare sfruttando il bonus cultura 18 anni:

  • ingresso ai musei e siti archeologici;
  • ingresso alle gallerie d’arte e ai concerti;
  • ingresso ai parchi naturalistici;
  • libri, e-book e dvd;
  • rappresentazioni teatrali e cinematografiche;
  • eventi culturali ed artistici in genere.

Come richiederlo

L’accesso all’incentivo è concesso solo ai cittadini in possesso di un account SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale). Le credenziali SPID sono dunque indispensabili per accedere al bonus 18 anni ed in genere per accedere ai servizi online della PA.

Lo SPID non è altro che un sistema di autenticazione (sia per i cittadini che per le imprese) che permette di accedere ai servizi online messi a disposizione non solo dalla PA ma anche dai privati che aderiscono all’iniziativa. L’accesso ai servizi è supportato da un’identità digitale unica. Le credenziali, rilasciate all’utente che si registra a SPID consentono l’accesso alle prestazioni online.

Successivamente è necessario scaricare la app “18app” per smartphone, pc o tablet, da usare per attivare il bonus.

Il sito www.18app.it (online dal 15.09.2016) consente di visionare l’elenco dei negozi e degli esercizi commerciali dove poter effettuare gli acquisti, sia in modalità elettronica sia recandosi personalmente e mostrando i codici relativi all’acquisto.

La piattaforma è destinata sia ai beneficiari del bonus cultura (dunque i cittadini nati nel 1998) sia agli esercizi commerciali che aderiscono all’iniziativa.

Fabrizio Tortelotti