Riduzione del premio INAIL: nuovo modello OT24

riduzione-inail

Le imprese costituite da almeno due anni che nel 2014 hanno adottato interventi migliorativi delle condizioni di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, (in aggiunta a quelli minimi previsti dal D.Lgs. 81/2008 e s.m.i.) possono richiedere, come noto, una riduzione del premio annuale INAIL. È stato pubblicato sul sito ministeriale dell’Istituto il nuovo modello OT/24 per l’anno 2015, utilizzato per la richiesta dello sconto. Vediamo in dettaglio gli aspetti dell’intervento, illustrandone anche i vantaggi per le aziende beneficiarie.

Leggi

Inail – incentivi alla sicurezza: bando ISI 2014

inail-bando.isi

Anche per l’anno 2014, l’INAIL ha messo a disposizione dei fondi per interventi riguardanti il miglioramento delle condizioni di sicurezza dei lavoratori. Vediamo quindi quali sono i progetti ammessi e in cosa consiste la procedura per la richiesta del contributo.

Leggi

Bando Fipit: finanziamento INAIL alle piccole e medie imprese

fipit

Per le piccole e medie imprese dei settori dell’agricoltura, dell’edilizia e del lapideo è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale 165 del 18 luglio scorso il bando Fipit, il quale destina incentivi a chi, nei tre settori, investe in progetti tecnologici per gli impianti, le macchine e le attrezzature al fine di migliorare le condizioni di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro ed è quindi in grado di incidere sulla riduzione delle cause di infortunio o malattia professionale.

Leggi

DVR: aggiornamento e rischi particolari

rischio

In questo articolo cerchiamo di fare chiarezza su alcuni aspetti che riguardano da vicino i Documenti aziendali di Igiene e sicurezza sul lavoro: l’aggiornamento dei DVR e i rischi particolari che interessano alcuni gruppi di lavoratori.

Leggi

Devo fare le Valutazioni del Rischio della mia attività?

rischio

Questa è una domanda ricorrente che liberi professionisti, titolari/legali rappresentanti di aziende, negozi e uffici si pongono soprattutto in fase di inizio della propria attività. Dopo il monito sulle pesanti sanzioni che vengono comminate a chi non procede alla valutazione del rischio e alla conseguente stesura del relativo documento di valutazione rischi, in questo articolo fughiamo i dubbi più frequenti di un ipotetico datore di lavoro in merito ai Documenti aziendali di Igiene e sicurezza  sul lavoro.

Leggi

Documento di valutazione dei rischi: obblighi e sanzioni

rischi

Il datore di lavoro che non effettua la valutazione dei rischi della propria azienda e non elabora il relativo DVR (Documento di Valutazione dei Rischi) è punito con l’arresto da tre a sei mesi o con l’ammenda da 2.500 a 6.400 euro. Questo è quanto prevede l’art. 55 comma 1 del D.Lgs n. 81/2008 (Testo Unico in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro). Vediamo quali sono le regole da rispettare per evitare le sanzioni.

Leggi

Comunicazione RLS: solo in modalità online!

rls

L’INAIL ha stabilito che, a partire dal 15 febbraio 2014, la comunicazione dei nominativi dei Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza (RLS) deve essere effettuata esclusivamente in modalità telematica, attraverso i servizi online del portale www.inail.it.

Leggi

“Meno carta più sicurezza”: uno slogan che resta… sulla carta!

menocartapiusicurezza

Il 9 agosto 2013 è stato convertito in legge il Decreto n. 69 del 21 giugno 2013, noto come il Decreto del Fare, nel quale si individuavano “disposizioni urgenti per il rilancio dell’economia”. All’interno di questo decreto si inserivano anche importanti novità riguardanti la sicurezza sul lavoro. Riepiloghiamo le novità più rilevanti.

Leggi