Ravvedimento ICI: interessi, sanzioni e codici tributo

ravveddimento

Come noto, entro lo scorso 16 dicembre doveva essere versata la seconda rata del saldo dell’ICI (imposta comunale sugli immobili) dovuta per l’anno d’imposta 2011, determinata con l’aliquota e le detrazioni in vigore nel medesimo esercizio.
Per chi avesse mancato l’appuntamento del 16 dicembre
, c’è la possibilità di rimediare tramite il ravvedimento operoso, applicando gli interessi al tasso legale annuo e la sanzione ridotta.

Leggi

L’ICI cambia nome e base di calcolo: nasce l’IMU

ici

Leggi l’aggiornamento:
IMU: le novitĂ  per il calcolo della base imponibile

Una delle novitĂ  del Decreto Monti che ha suscitato piĂą scalpore è senz’altro la reintroduzione dell’ICI sulla prima casa. In attesa di eventuali possibili modifiche relativamente  alla deduzione sull’abitazione principale, analizziamo nel dettaglio cos’è l’IMU e come si calcola.

Leggi

Immobili “fantasma” gli effetti dell’accatastamento sulle dichiarazioni fiscali: il modello 730 ed il modello unico 2011

immobili-fantasma

Mancano pochi giorni alla scadenza di fine aprile, quale termine ultimo per procedere alla regolarizzazione degli immobili c.d. fantasma, ed i contribuenti si devono interrogare su come dichiarare i predetti immobili nel modello 730, ovvero nel modello Unico 2011.

Leggi

La tassazione dei canoni di locazione dei fabbricati ai fini delle imposte dirette e il trattamento dei canoni di locazione non incassati

immobiliare-1

I redditi fondiari, cioè quelli ritraibili dal possesso (piena proprietà, usufrutto, diritto di abitazione etc) di immobili sono oggetto di tassazione su base catastale.
In pratica, per i fabbricati il reddito da dichiarare è rappresentato dalla rendita catastale, cioè dal reddito medio ordinario ritraibile da ciascuna unità immobiliare urbana. Tale reddito viene determinato mediante l’applicazione di apposite tariffe d’estimo per ciascuna categoria e classe.
Il Testo unico delle Imposte sui redditi prevede però un’eccezione ai criteri di tassazione ora illustrati e valevoli per le persone fisiche. In particolare, l’art. 37, comma 4-bis del TUIR prevede che qualora il canone di locazione, risultante dal contratto di locazione, ridotto forfetariamente del 15%, sia superiore al reddito medio ordinario (dato dall’applicazione delle tariffe d’estimo), il reddito da sottoporre a tassazione è costituito dal canone di locazione al netto della predetta riduzione. Per i fabbricati ubicati nelle città di Venezia centro e nelle isole della Giudecca, di Murano e di Burano, la riduzione spetta nella maggior misura del 25%.

Leggi
1 15 16 17