Novità modello 730/2017

novita-730-2017-fisco7

L’Agenzia delle Entrate ha recentemente pubblicato sul proprio sito internet le bozze delle istruzioni ministeriali per la compilazione del modello 730/2017. Riassumiamo brevemente tutte le novità introdotte nel modello per la prossima dichiarazione dei redditi.

Leggi

Come regolarizzare la dichiarazione IVA omessa

regolarizzare-iva-omessa-fisco7

Sai che è ancora possibile rimediare alla mancata presentazione della dichiarazione annuale IVA per il 2015? Lo ha chiarito l’Agenzia delle Entrate tramite un provvedimento emanato pochi giorni fa nel quale illustra le modalità operative per la regolarizzazione.

Leggi

Entro il 27 dicembre l’acconto IVA 2016

01-acconto-iva-entro-27-dicembre-fisco7-2017

È in arrivo la scadenza dell’acconto IVA 2016. I contribuenti titolari di partita IVA sono chiamati ancora una volta alla cassa. Come effettuare il calcolo dell’acconto IVA e quali sono le modalità operative per il versamento di quanto dovuto?

Leggi

Chiusa la partita IVA dopo 3 anni di inattività

chiusura-partita-iva-fisco7-2016

Una delle novità principali contenute nel “pacchetto semplificazioni” inserito nel DDL di conversione del DL 193/2016 (disposizioni urgenti in materia fiscale) è la chiusura d’ufficio, dopo opportune verifiche, delle partite IVA per i soggetti che per 3 anni non hanno esercitato attività d’impresa, arte o professione (cosiddette partite IVA inattive). L’eventuale chiusura d’ufficio della partita IVA non porterebbe a sanzioni per omessa comunicazione di cessata novità.

Leggi

Nuove scadenze e sanzioni per le comunicazioni dati Iva 2017

IVA

Le nuove comunicazioni dati Iva trimestrali, in vigore dall’anno di imposta 2017, hanno subito, già in fase di conversione del Decreto che le introduce, modifiche in merito a scadenze e sanzioni; modifiche divenute oramai definitive con l’approvazione della Legge di Bilancio 2017. Ecco qui di seguito un riepilogo delle novità.

Leggi

Beni finiti e applicazione dell’aliquota Iva corretta

beni-finiti-fisco7

Per la cessione di materiali e di beni per l’edilizia può essere applicata l’aliquota Iva del 4%, del 10% o del 22%, a seconda che i beni siano considerati materie prime e semilavorati, ai quali è applicata sempre l’aliquota Iva del 22%, ovvero beni diversi dalle materie prime e semilavorati, ai quali è applicabile l’aliquota Iva del 4% o del 10%. Ai beni finiti è applicabile l’aliquota ridotta: vediamo quando e come.

Leggi