Nuovo modello semplificato per le comunicazioni “black list”

mod-semplificato

Per la comunicazione delle operazioni effettuate con controparti localizzate nei paradisi fiscali, i soggetti passivi IVA saranno tenuti a presentare la comunicazione con il nuovo modello “polivalente”. È quanto stabilito dall’Agenzia delle Entrate con il Provvedimento del 2 agosto 2013. Tale modello unificato conterrà, oltre alle operazioni “black list”, le operazioni rilevanti ai fini IVA (spesometro) e le operazioni di acquisto da S. Marino. Ecco alcune istruzioni per l’uso.

Leggi

Correzione e sanzioni del modello Black List

blacklist

Il c.d. “Decreto incentivi” del 2010 ha introdotto l’obbligo per tutti i soggetti passivi IVA di comunicare telematicamente all’Agenzia delle Entrate le cessioni e gli acquisti di beni e le prestazioni di servizi effettuate con operatori residenti nei paesi “Black list”. Quali sono le operazioni da comunicare? Come sanare le eventuali irregolarità compiute in sede di compilazione?

Leggi

Drop shipping: le triangolazioni nell’ecommerce

DROP-SHIPPING

La formula del Drop Ship è finalizzata a rendere la pratica dell’e-commerce particolarmente agevole e vantaggiosa per i venditori che si svincolano completamente dagli oneri generatori di problematiche in termini di gestione della logistica.
Invero, il c.d. Drop Ship (o Drop Shipping), è un modello di vendita a distanza attraverso cui si permette ad un soggetto di offrire ad un cliente finale un prodotto, senza detenere alcuna merce in magazzino, mediante il trasferimento al fornitore (c.d. Drop Shipper) di ordini ricevuti dai propri clienti. Sarà a carico del Drop Shipper la gestione logistica dell’operazione, ivi incluse le attività di stoccaggio, di imballaggio e della successiva spedizione del prodotto al cliente finale.

Leggi

Elenco “clienti fornitori”: chiarimenti della circolare n. 24 dell’Agenzia delle Entrate.

spesometro

QUESTO ARTICOLO E’ DEL 2011.
LEGGI LE NOVITA’ 2012: CLICCA QUI

La circolare dell’Agenzia delle Entrate n. 24 del 30/05/2011, ha fornito dei chiarimenti circa le modalità applicative dell’obbligo di comunicazione telematica delle operazioni rilevanti ai fini iva, di importo non inferiore a 3.000 euro, introdotte dall’art.21 del DL n. 78/2010.

Leggi