IVA al 4% sul latte fresco solo se destinato al consumatore finale

latte-fresco-fisco7

Le cessioni di latte ai laboratori di pasticceria e ai produttori di gelati, non destinato al consumatore finale, non possono godere dell’aliquota IVA ridotta del 4%, ma devono essere assoggettate ad imposta con l’aliquota del 10%. Questo è quanto stabilito dall’Agenzia delle Entrate con la risoluzione n. 85/E del 29 settembre 2016, in cui è stato ribadito che per poter godere dell’aliquota IVA agevolata del 4% il latte deve essere “confezionato per la vendita al minuto”.

Leggi

IVA ridotta al 4% anche per quotidiani online

iva4percento

Giornali, notiziari, quotidiani, libri e periodici diffusi online dal 2016 scontano l’aliquota IVA ridotta 4%! È questa una delle novità più importanti introdotte dalla legge di stabilità 2016 pubblicata in Gazzetta Ufficiale il 30 dicembre scorso. Vediamo di capirne di più.

Leggi

Legge di stabilità: aliquota IVA al 5% per le cooperative sociali

coop

Dal 1° gennaio cambia l’aliquota IVA applicabile dalle cooperative sociali e loro consorzi per le prestazioni di carattere socio sanitario e assistenziali rese nei confronti dei soggetti appartenenti a determinate categorie protette. È la legge di stabilità a introdurre una nuova aliquota IVA nella misura del 5% con ulteriori disposizioni di interesse applicabili al settore della cooperazione.

Leggi

Registrazione contabile del “nuovo” reverse charge nel settore edile

registrazione-fatture

La legge di stabilità del 2015 ha introdotto rilevanti novità in ambito di reverse charge nel settore edile. La nuova lettera a-ter), comma 6, dell’art. 17 D.P.R. n. 633/1972, infatti, estende l’applicazione del meccanismo anche alle “prestazioni di servizi di pulizia, di demolizione, di installazione di impianti e di completamento relativo ad edifici”. Analizziamo l’aspetto operativo della registrazione contabile.

Leggi

Legge di stabilità 2015: le novità in materia di IVA

legge-stabilita-2015

Con un unico articolo che si snoda in 735 commi, la legge di stabilità 2015 (legge 23 dicembre 2014 n.190) contiene una serie di disposizioni normative e di misure di sicuro impatto per i contribuenti. Proprio il numero dei commi, senza una specifica titolazione, rende la legge ostica nella sua analisi e quindi, in questo articolo, cerchiamo di fare chiarezza e riepiloghiamo le principali novità in materia di IVA.

Leggi

Regime dei minimi e aumento dell’aliquota IVA

minimiealiquota

L’innalzamento dell’aliquota IVA dal 21% al 22% interessa anche i contribuenti minimi, nonostante questi usufruiscano di un regime di vantaggio fiscale che permette loro l’emissione di fatture senza addebito dell’imposta sul valore aggiunto. L’incremento dell’aliquota ordinaria comporterà maggiori costi per tali contribuenti che, come é noto, non possono esercitare il diritto di rivalsa dell’IVA e dunque portarla in detrazione. Ma l’impatto più rilevante potrà derivare dallo svolgimento di particolari operazioni e dall’eventuale fuoriuscita dal regime al verificarsi di determinate condizioni.

Leggi