Ecco come farsi trovare su Google Map

Parlare di web significa necessariamente parlare di Google, perché la maggior parte degli accessi ad Internet avviene tramite motore di ricerca e di solito il motore di ricerca è Google. Avere un sito web on line non basta, il sito web non ci garantisce visibilità e nuovi possibili clienti: se Google non ti vede per il web non esisti. Come fare dunque? Ecco qualche trucco veloce, a partire da Google Map.

Per aumentare la propria visibilità on line ci sono diverse possibilità: dall’attività organica (SEO = Search Engine Optimization) all’attività a pagamento (SEM = Search Engine Marketing), dai social network (social media marketing) alla creazione di contenuti di valore (content marketing).


Ad esempio, si può lavorare sulla struttura stessa del sito web a livello di codice e di contenuti in modo da migliorare l’indicizzazione, il che significa sviluppare il sito web in modo che se qualcuno effettua una ricerca su Google aumentino le possibilità di comparire nei primi risultati di ricerca (nessun utente va oltre la prima pagina dei risultati di ricerca su Google!). Per fare un buon lavoro di posizionamento, serve però un SEO specialist e ci vogliono competenze specifiche. Oltre all’attività così detta organica, si può investire in attività SEM e cioè pagare Google per garantirci la visibilità a fronte di determinate chiavi di ricerca. Anche in questo caso serve l’aiuto di un esperto web marketing per garantire che l’investimento non sia sprecato e volto ad ottenere i risultati voluti.

Ci sono però alcune attività di facile realizzazione che si possono mettere in pratica senza la pretesa di competenze tecniche specifiche e che aiutano la visibilità del nostro sito web on line, in altri termini piccoli trucchi per piacere a Google!

Uno di questi è la creazione di una pagina local su Google plus. Questo ci permette di comparire nelle mappe di Google e nei risultati di ricerca legati ad una specifica area geografica. Se ad esempio un utente dovesse ricercare “Ufficio Autorizzato Caf CGN a Bologna” o “Caf a Bologna”, la presenza su pagina local ci aiuta ad apparire in quei risultati di ricerca.

Come fare dunque?    

  1. Accedere a Google Plus https://plus.google.com/ e se non disponiamo di un profilo Google Plus, ce ne creiamo uno. Per coloro i quali disponessero di un account di posta gmail, il profilo Google Plus viene attivato in automatico.
  2. Dalla pagina personale Google Plus, nel menu a sx “Home” selezionare la voce “Pagine” e quindi cliccare sul bottone “Crea la tua pagina” (in alto a sx).
  3. Comparirà una pagina che ci chiede “Scegli il tipo di attività”, a questo punto scegliere “Esercizio pubblico” (scelta consigliata per gli Uffici Caf su strada con accesso diretto del pubblico o con orari di ricevimento predefiniti) oppure “Servizio” (scelta consigliata per i Professionisti che lavorano solo su appuntamento e che non ricevono i clienti in orari pubblici). https://plus.google.com/pages/create?hl=it&ppsrc=gpda0
  4. A questo punto digitare il proprio nome, ad esempio “Studio Commercialista Mario Rossi” oppure “Ufficio Autorizzato Caf CGN”; presumibilmente non ci saranno risultati perché non avete ancora effettuato la registrazione. Cliccare dunque sulla voce “Aggiungi la tua attività” https://www.google.com/local/business/add/info?hl=it&c=https://plus.google.com/pages/redirecttodashboard%3Fservice=PLUS&ppsrc=gpda0&service=PLUS&sab=0
  5. Compilare le informazioni richieste in modo preciso e puntuale: Nome dell’attività (“Studio Commercialista Mario Rossi” oppure “Ufficio Autorizzato Caf CGN”), Paese/Regione (Italia se operate su tutto il territorio nazionale, nel caso di uno Studio Professionale che di solito è un’impresa locale meglio indicare la Regione), Indirizzo per esteso, Codice postale corretto, Città, Provincia, Telefono fisso, Categoria (iniziando a digitare vi verranno dati diversi suggerimenti, io consiglio “Servizio di assistenza fiscale”). Una volta terminata la compilazione premere il tasto “Continua”.
  6. Comparirà il seguente avviso “Per consentirti di gestire la tua attività commerciale su Google, dobbiamo creare una pagina Google+. Conferma le seguenti informazioni: …”. Verificare la correttezza dei dati inseriti, apporre un flag “Sono autorizzato a gestire questa attività e accetto Termini di servizio”, quindi cliccare su “Continua”.
  7. Spostarsi con il cursore su “Inviami il codice tramite posta” e cliccarci sopra, verificare la corretta georeferenziazione e fornire un nominativo di riferimento. Quindi cliccare su “Invia cartoline”.
  8. A questo punto abbiamo creato la nostra pagina “G+ local”; possiamo quindi inserire immagini e dettagli come ad esempio gli orari di ricevimento e il sito web dello Studio. Per finalizzare l’operazione, dobbiamo aspettare che Google ci invii all’indirizzo indicato, una cartolina contenente il codice di verifica. In questo modo, Google garantisce la correttezza del luogo indicato e la titolarità di chi ha creato la pagina.
  9. Una volta ricevuta la cartolina con il codice, riaccedere al Profilo Google Plus e seguire le istruzioni riportate sulla cartolina.
  10. Ecco creata la nostra pagina locale su Google Plus!