Tutte le scadenze da ricordare per il 730 e l’Unico

Dal mese di aprile e fino al mese di luglio, i contribuenti italiani sono chiamati ad osservare le scadenze fiscali relative ai versamenti di imposte sui redditi e sugli immobili. Arriva infatti il momento per la presentazione del modello 730 o del modello Unico. Quali sono le principali scadenze e le principali date da ricordare?

Iniziamo dalla data del 15 aprile 2015 che vede esordire la novità di quest’anno: il modello 730 precompilato. Da questa data, il contribuente può, tramite i servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate, accedere alla dichiarazione dei redditi precompilata.


Dalla data del 1° maggio 2015, è possibile invece trasmettere la dichiarazione dei redditi (modello UNICO) per via telematica direttamente dal contribuente ovvero tramite il CAF o un intermediario abilitato all’invio telematico.

Entro la data del 16 giugno occorre invece effettuare il versamento senza maggiorazione delle imposte sui redditi che scaturiscono dalla compilazione della dichiarazione dei redditi modello UNICO. Questa scadenza vale anche per chi presenta il modello 730 ma non ha un sostituto d’imposta che può effettuare il conguaglio.

Il 7 luglio è il termine ultimo per presentare il modello 730 a un CAF o a un professionista abilitato. È anche il termine ultimo per trasmetterlo direttamente al fisco nella versione precompilata o in quella ordinaria.

16 luglio 2015. Tutti coloro che non hanno versato le imposte alla data del 16 giugno 2015 possono provvedere entro il 16 luglio con una maggiorazione dello 0,40%. La data di scadenza per i versamenti delle imposte dei soggetti interessati agli studi di settore potrebbe subire uno spostamento a causa dei ritardi di pubblicazione del software Gerico e a causa delle modifiche che stanno interessando gli stessi studi di settore.


Dal mese di luglio (agosto per i pensionati), il sostituto d’imposta trattiene le somme dovute per le imposte o effettua i rimborsi spettanti. Qualora la liquidazione presenti importi a debito e lo stipendio, la pensione o il compenso sia insufficiente per il pagamento delle imposte dovute, trattiene la parte residua da quanto erogato nei mesi successivi.

30 settembre 2015. Entro questa data, il contribuente che ha presentato il modello 730 può comunicare al sostituto d’imposta di non voler effettuare il secondo o unico acconto dell’IRPEF o di volerlo effettuare in misura inferiore rispetto a quello indicato nel modello 730-3.

Il 30 settembre è anche il termine ultimo per la trasmissione telematica del modello UNICO e dell’eventuale modello IRAP per i contribuenti soggetti a tale imposta.

25 ottobre. Entro questa data, il contribuente può invece presentare al CAF o a un intermediario abilitato la dichiarazione modello 730 integrativo. Il 730 integrativo deve essere presentato al CAF o al professionista anche se il modello precedente era stato presentato al datore di lavoro o all’ente pensionistico.

10 novembre. Entro tale data occorre, dopo aver verificato la conformità dei dati esposti nella dichiarazione integrativa, effettuare il calcolo delle imposte, stampare il modello ufficiale del modello 730 integrativo e consegnare copia al contribuente, insieme al relativo prospetto di liquidazione.

30 novembre 2015. Il sostituto d’imposta trattiene le somme dovute a titolo di acconto IRPEF. Se la retribuzione è insufficiente per il pagamento delle imposte, il sostituto d’imposta trattiene la parte residua dalla retribuzione del mese di dicembre.

Entro tale data i contribuenti che hanno presentato il modello UNICO devono effettuare il versamento della seconda o unica rata delle imposte sui redditi dovute a titolo di acconto per il 2015.

Attenzione! Le date delle scadenze potrebbero subire proroghe, per cui è sempre bene verificare i termini nello scadenzario aggiornato del sito dell’Agenzia delle Entrate. Si ricorda anche che se il termine per la trasmissione cade di domenica o in un giorno festivo, la scadenza è posticipata al primo giorno lavorativo utile.

Antonino Salvaggio – Centro Studi CGN

http://www.il-commercialista-dei-professionisti.com