School bonus 2017: come beneficiare dell’agevolazione

Il cosiddetto school bonus 2017 prevede la possibilità per i contribuenti che effettuano erogazioni liberali in denaro a favore degli istituti scolastici di ottenere un credito d’imposta pari al 65% per il 2016 e 2017, e al 50% per il 2018, da ripartire in 3 quote di pari importo per 3 anni. Analizziamo in dettaglio questa nuova agevolazione.

Cos’è lo school bonus e a chi spetta

Lo school bonus è riconosciuto sulle donazioni ossia erogazioni liberali effettuate nei confronti degli istituti del sistema nazionale di istruzione per:


  • la realizzazione di nuove strutture scolastiche;
  • la manutenzione e il potenziamento di quelle esistenti;
  • il sostegno a interventi per il miglioramento dell’occupabilità degli studenti.

L’intervento non è cumulabile, per le stesse spese, con altri tipi di agevolazioni.

Il credito d’imposta in esame è riconosciuto a tutti i soggetti che effettuano le erogazioni liberali di cui sopra indipendentemente dalla natura e dalla forma giuridica.

Importo dell’agevolazione

Il credito d’imposta è pari al:

  • 65% delle erogazioni liberali effettuate in ciascuno dei due periodi d’imposta 2016 e 2017 nel limite massimo di 100.000,00 euro per ciascun periodo d’imposta;
  • 50% delle erogazioni liberali effettuate nel periodo d’imposta 2018 nel limite massimo di 100.000,00 euro.

L’ammontare massimo del credito d’imposta spettante è quindi pari a:

  • 65.000,00 euro, in relazione a ciascuno degli anni 2016 e 2017;
  • 50.000,00 euro, in relazione all’anno 2018.

Il credito d’imposta deve essere indicato nella dichiarazione dei redditi relativa al periodo d’imposta in cui sono effettuate le erogazioni. Il credito è ripartito in tre quote annuali di pari importo e la quota annuale non utilizzata può essere riportata in avanti senza alcun limite temporale.

Per i soggetti titolari di reddito d’impresa, il credito d’imposta va sempre diviso in 3 quote in 3 anni, può essere utilizzato tramite compensazione e non è rilevabile ai fini delle IRPEF, IRES e IRAP.

Per consentire l’utilizzo in compensazione, tramite modello F24, del suddetto credito d’imposta con la Risoluzione n.115/e del 19/12/2016 è stato istituito il codice tributo 6873 – Credito d’imposta per favorire le erogazioni liberali a sostegno degli istituti del sistema nazionale di istruzione – SCHOOL-BONUS – art. 1, comma 145, della legge 13 luglio 2015, n. 107 in uso a decorrere dal 1° gennaio 2017.

Come usufruire dell’agevolazione

I contribuenti che intendono fruire dell’agevolazione fiscale devono, secondo quanto stabilito dal comma 149 della suddetta legge, provvedere ad inviare specifica comunicazione telematica al MIUR, indicando:

  • le somme erogate a favore della scuola, ai sensi del comma 148;
  • la destinazione e l’utilizzo delle donazioni.

La comunicazione deve avvenire attraverso la sezione dedicata allo school bonus MIUR, il sito del Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca, nel rispetto delle disposizioni del codice in materia di protezione dei dati personali.

Fabrizio Tortelotti