Sono detraibili le spese mediche per il rinnovo della patente?

Sono detraibili nel modello 730 le spese sostenute dal contribuente per la visita medica che accerti il permanere delle condizioni di idoneità psicofisica per il rinnovo della patente di guida?

L’articolo 126 del codice della strada prevede che alla scadenza, la patente di guida debba essere rinnovata, previo accertamento dei requisiti fisici e psichici del titolare del documento. Il rinnovo della patente di guida consiste in una visita per l’accertamento di tali requisiti di idoneità alla guida da parte di medici abilitati.


Le pratiche per il rinnovo della patente di guida prevedono che i titolari delle patenti di guida si sottopongano alla visita medica presso una commissione medica locale o presso un medico autorizzato, per accertare i requisiti di idoneità ed ottenere il conseguente rilascio del documento aggiornato.

Dopo aver effettuato e superato con esito positivo la visita medica presso la commissione medica locale, il titolare della patente di guida deve pagare il costo del rinnovo patente per poter ricevere tramite posta il tagliando di rinnovo della patente di guida da parte del Ministero dei Trasporti.

Le spese mediche sostenute per il rinnovo della patente di guida, analogamente a quelle sostenute per ottenere certificati di idoneità, rientrano a pieno titolo tra le spese mediche generiche che sono detraibili nella dichiarazione dei redditi del contribuente (modello 730 o modello Redditi PF).

La detrazione fiscale è ammessa solamente per le spese mediche generiche. Non sono detraibili invece le imposte e i contributi per il rinnovo della patente come i vari bollettini pagati. Oltre ai certificati di idoneità per la patente di guida, rientrano tra le spese mediche generiche, anche i certificati di sana e robusta costituzione per la pratica sportiva, i certificati per il rilascio del porto d’armi e quelli per il riconoscimento dell’invalidità civile.


Le spese mediche generiche sostenute dal contribuente nel 2017 danno diritto ad usufruire di una detrazione d’imposta del 19%. La detrazione spettante per tali spese è calcolata, come per qualsiasi altra spesa medica, sulla parte che eccede l’importo di euro 129,11 a titolo di franchigia.

Quali documenti occorre conservare per detrarre le spese mediche sostenute per il rinnovo della patente?

Per poter usufruire della detrazione fiscale del 19% sulle spese per la visita medica del rinnovo patente il contribuente deve presentare al CAF o al professionista incaricato di compilare la dichiarazione dei redditi, la fattura o la ricevuta fiscale delle spese mediche sostenute.

La detrazione fiscale spetta anche ai familiari a carico. Se ad esempio, il contribuente ha un familiare a carico, perché senza reddito, potrà portare in detrazione la spesa per la visita medica del rinnovo della sua patente di guida.

Al fine di ottenere la detrazione fiscale, è necessario che nella fattura sia indicato in modo chiaro che la prestazione eseguita è di carattere sanitario, altrimenti la spesa non potrà essere detratta in dichiarazione dei redditi.

La circolare 108/1996 del Ministero delle Finanze prevede che la detrazione fiscale del 19% per questa tipologia di spesa spetti indipendentemente dalla finalità o dal luogo in cui le visite mediche vengono eseguite. In buona sostanza, per il fisco non fa nessuna differenza il motivo per il quale la prestazione medica è stata richiesta né il fatto che la visita medica sia stata eseguita presso una struttura ospedaliera pubblica o una struttura privata.


In quale rigo del modello di dichiarazione vanno indicate le spese mediche sostenute per il rinnovo della patente di guida?

Le spese mediche per prestazioni specialistiche sostenute nel 2017 da detrarre in dichiarazione dei redditi devono essere indicate nel rigo E1 del modello 730/2018 oppure nel rigo RP1 colonna 2 del modello Redditi PF 2018.

Antonino Salvaggio – Centro Studi CGN

http://www.il-commercialista-dei-professionisti.com