Canone RAI: rimborso per i soggetti del centro Italia colpiti dagli eventi sismici

L’Agenzia delle Entrate, con il provvedimento n. 181035 del 2 agosto 2018, ha individuato le modalità di ottenimento dei rimborsi delle somme versate a titolo di canone RAI, nel periodo compreso tra il 1° gennaio e il 29 maggio 2018.

Si ricorda che il provvedimento è stato emanato in attuazione del DL n. 55/2018 (conv. Legge n. 89/2018) che ha previsto la sospensione, fino al 31 dicembre 2020, del pagamento del canone RAI.


L’istanza di rimborso va presentata all’Agenzia delle entrate, Direzione Provinciale 1 di Torino, Ufficio di Torino 1, S.A.T. – Sportello abbonamenti TV – Casella Postale 22 – 10121 Torino nella seguente modalità:

  • in carta libera, allegando copia di un valido documento di riconoscimento;
  • a mezzo del servizio postale, mediante raccomandata.

L’istanza deve contenere:

  • i dati del richiedente: nome, cognome, luogo e data di nascita e codice fiscale (in caso di presentazione in qualità di erede, devono essere indicati anche i dati anagrafici del defunto);
  • i dati del pagamento: la data e le modalità di pagamento del canone oggetto della richiesta di rimborso (in caso di pagamento con addebito sulla pensione va indicato l’ente pensionistico al quale è stata fatta richiesta);
  • l’importo chiesto a rimborso;
  • il motivo della richiesta di rimborso riportando la seguente causale: “Rimborso previsto dall’art. 1, comma 5, del D.L. 29/05/2018, n. 55”.

La domanda si considera presentata nella data di spedizione risultante dal timbro postale. La ricevuta dell’avvenuta spedizione, unitamente a copia dell’istanza di rimborso inviata, va conservata per l’ordinario termine di prescrizione decennale ed è esibita a richiesta dell’Agenzia delle entrate.

Nel caso in cui il canone RAI sia stato pagato con addebito nelle fatture per la fornitura di energia elettrica, l’istanza di rimborso va presentata con le modalità previste dal provvedimento n. 125604 del 2 agosto 2016 utilizzando l’apposito modello in cui va indicata, quale motivo della richiesta, la causale 6 “altri motivi diversi dai precedenti” e inserita, nel campo previsto per la descrizione sintetica del motivo, la seguente dicitura: “Rimborso previsto dall’art. 1, comma 5, del D.L. 29/05/2018, n. 55”.


Giovanni Fanni – Centro Studi CGN
http://giovannifanni.blogspot.com/
http://www.studiofanni.net/