IVA agevolata per attività circensi e dello spettacolo viaggiante

Le attività circensi e dello spettacolo viaggiante godono dell’IVA agevolata come gli spettacoli teatrali. Infatti l’imposta sul valore aggiunto si applica secondo le modalità speciali stabilite dall’art. 74-quater del DPR 633/72 e con l’aliquota al 10% come previsto dal punto n. 123 della tabella A, parte III, allegata al DPR 633/72.

Ma come possiamo identificare con chiarezza cosa si intenda per attività di spettacolo viaggiante? Le Risoluzioni dell’Agenzia delle Entrate n. 142 del 10 maggio 2002 e n. 24 del 29 gennaio 2009 hanno chiarito che “per la qualificazione delle attività svolte come spettacolo viaggiante è necessario che le stesse presentino le caratteristiche tecnicofunzionali tipiche descritte nell’elenco delle attività spettacolari, attrazioni e trattenimenti di cui all’art. 4 della Legge n. 337 del 18 marzo 1968”. Detto elenco, approvato con decreto interministeriale 23 aprile 1969 e recentemente aggiornato con decreto 1° giugno 2018, fa una ripartizione tra:


  • piccole attrazioni a funzionamento semplice;
  • medie attrazioni;
  • grandi attrazioni.

A titolo esemplificativo, tra le medie attrazioni si possono annoverare gli autoscontri (fino a 20 vetture), il minigolf, le piste di pattinaggio e i giochi gonfiabili. Per questi ultimi si intendono “strutture di varie dimensioni realizzate mediante tubolari in PVC spalmato, gonfiati ad aria e mantenuti a pressione tramite motore elettrico” con “forma che richiama il soggetto, come ad esempio il castello medievale, la balena, lo scivolo pagliaccio, ecc.”.

Tra le grandi attrazioni rientrano gli autoscontri (oltre le 20 vetture), diverse tipologie di giostre, i go-kart, l’ottovolante e gli scivoli acquatici.

A prescindere dai pochi esempi sopra riportati, il catalogo delle attrazioni con IVA al 10% è ampio al punto da ricomprendere le balere caratterizzate da pedane mobili per il ballo, i teatri viaggianti e i teatri di burattini e di marionette, i circhi equestri, le esibizioni di moto e auto acrobatiche.

Per gli spettacoli di strada, affinché possano rientrare all’interno della categoria con IVA agevolata, è necessario che siano rispettate le seguenti condizioni:

  • il numero degli addetti scritturati nell’attività sia inferiore a 8;
  • il numero delle rappresentazioni eseguite nell’arco dell’anno sia inferiore a 150.

Giovanni Fanni – Centro Studi CGN
http://giovannifanni.blogspot.com/
http://www.studiofanni.net/